eurochampions.it
Domenica 15 Settembre 2019                     
Francia, otto gol in due partite: la squadra di Deschamps rimane la formazione da battere

Francia, otto gol in due partite: la squadra di Deschamps rimane la formazione da battere

 di Jessy Specogna   Vedi letture

Otto gol fatti in due partite, uno solo subito. Questo il bilancio delle prime due gare del girone di qualificazione ai prossimi europei per la Francia. Certo, gli avversari, Moldavia e Islanda, non erano sicuramente degli ostacoli insormontabili, ma comunque la squadra di Deschamps ha dimostrato di essere al momento la Nazionale più forte al mondo, con un potenziale offensivo da far paura. Devastanti Mpabbè e Griezmann, Giroud finalmente in versione goleador e non solo uomo di manovra. Bene in mezzo anche Pogba e Kantè, cosi come dietro appare in costante crescita Benjamin Pavard.

Ecco promossi (molti, ma tre su tutti, uno per reparto) e bocciati (difficile però trovare qualcuno sotto la sufficienza) di queste due partite:

Promossi

Griezmann: Giocatore completo, elegante, incisivo in fase offensiva e sempre molto disposto al sacrificio per aiutare la squadra in fase di ripiegamento. Due gol e due assist nelle due gare giocate dai blues contro Moldavia e Islanda.

Pavard: Consacratosi con il Mondiale in Russia, il terzino dello Stoccarda gioca come un veterano, lui che è solamente un classe '96. Abile in fase di spinta, bene anche in fase difensiva. Gran bel giocatore.

Pogba: In mezzo giganteggia e con Kante forma un centrocampo stellare. Non vai mai in difficoltà in fase di possesso palla, in fase di contenimento se la cava grazie alla sua grande fisicità. 

Nota di merito anche per Mpabbè. Autore ieri di una prestazione sontuosa contro l'Islanda.

Bocciati

Kurzawa: Rimandato, più che bocciato. Il terzino del Psg è l'unica novità proposta da Deschamps in queste due gare rispetto alla formazione tipo della Francia versione Russia 2018. Non al livello del titolare Hernandez, dietro soffre e perde anche qualche pallone di troppo in brutte zone del campo. Da rivedere.

Umtiti: Bene contro l'Islanda, male contro la Moldavia. Dopo un lungo periodo di inattività causa infortunio, il difensore del Barca è tornato a giocare due partite consecutive, ma questo non è ancora l'Umtiti che tutti conosciamo.


Altre notizie - Approfondimenti
Altre notizie

SONDAGGIO

QUALE SQUADRA STA FACENDO IL MERCATO MIGLIORE?
  Juventus
  Real. Madrid
  Barcellona
  Manchester City
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Psg
  Tottenham
  Liverpool
  Inter
  Napoli

DIFFICILE PER LE BIG STECCARE CON QUESTO SORTEGGIO, TRA LE ITALIANE L'ATALANTA SE LA PUÒ GIOCARE

Difficile per le big steccare con questo sorteggio, tra le italiane l'Atalanta se la può giocareFinito in queste ore il sorteggio dei gironi di Champions League e c'è da dire che forse mai questo mai come quest'anno la divisione in fasce ha creato dei raggruppamenti dove le big difficilmente potranno steccare,...

UCLDRAW, VAN DIJK È L'UEFA MEN'S PLAYER. BATTUTI MESSI E CR7

UCLdraw, Van Dijk è l'UEFA Men's Player. Battuti Messi e CR7Virgil Van Dijk vince il premio UEFA Men's Player of the Year. L'assegnazione del trofeo arriva a margine del sorteggio dei gironi di Champions, con Van Dijk che ha avuto la meglio sugli altri finalisti Leo Messi e Cristiano...

ESCLUSIVA EC - AMETRANO: "LA MIA JUVE ERA LA SQUADRA PIÙ FORTE DEL MONDO. LIPPI TI FACEVA DARE QUALCOSA IN PIÙ IN CAMPO. LA SFIDA CON L'AJAX? PASSERANNO I BIANCONERI"

ESCLUSIVA EC - Ametrano: "La mia Juve era la squadra più forte del mondo. Lippi ti faceva dare qualcosa in più in campo. La sfida con l'Ajax? Passeranno i bianconeri"Oggi è il giorno di Juve-Ajax, la decisiva sfida che vale un posto in semifinale di Champions League. Un appuntamento che Ronaldo e compagni non vogliono, anzi possono, fallire. La coppa dalle grandi orecchie è diventata...

FERNANDO TORRES LASCIA IL CALCIO: È GIUNTO IL "CANTO DEL NIÑO"

Fernando Torres lascia il calcio: è giunto il "canto del Niño"Fernando Torres si ritira dal calcio giocato lasciandosi alle spalle tanti gol, prestigiosi trofei ma soprattutto le lacrime di chi l'ha amato sempre, sia nei momenti migliori che in quelli peggiori.