eurochampions.it
Domenica 15 Settembre 2019                     
Griezmann, una clausola al ribasso e quei rimpianti per La Decision...

Griezmann, una clausola al ribasso e quei rimpianti per La Decision...

© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Il mese terribile di Griezmann e dell'Atletico Madrid sembra aver riportato a galla le discussioni su un possibile futuro dell'attaccante francese lontano dall'Atletico
 di Francesco Paissan   Vedi letture

Dopo il trionfo mondiale successivo alla finale vinta per 4-2 contro la Croazia, sulla quale aveva pure lasciato il marchio segnando su rigore, Antoine Griezmann sembrava essere un uomo lanciato verso un inevitabile Pallone d’Oro e verso una nuova stagione con il suo Atletico Madrid carica di aspettative. Il Pallone d’Oro è stato poi consegnato a Modric e l’Atletico, a marzo, sembrerebbe aver già salutato ogni speranza di vincere un titolo questa stagione. L’amore tra Griezmann e i colchoneros, ribadito una volta per tutte con La Decision quando il francese presentò al Barcellona il più classico dei due di picche in diretta televisiva dopo un lungo corteggiamento, non sarebbe a oggi così certo come lo era solamente qualche settimana fa, prima che Ronaldo spazzasse via la squadra di Simeone dalla Champions League.

Il futuro di Griezmann sarà, per almeno un’altra estate, uno dei grandi temi del mercato, già nella sua apertura secondo L’Equipe. La testata giornalistica francese avrebbe infatti comunicato come su le petit diable penda effettivamente una maxi-clausola da 200 milioni di euro ma che, fino al 30 giugno, questa cifra scenda fino a 120 milioni. In parole povere una squadra come il Barça o il Real Madrid potrebbe risparmiare ben 80 milioni di euro in caso decidesse di acquistare il campione del mondo. Più della volontà degli altri club, sicuramente ben disposti a pagare per intero quella cifra a giugno, conterà ancora una volta la volontà del giocatore, meno incrollabile oggi rispetto a qualche mese fa.

Guardandosi intorno, Griezmann non può non vedere come il suo Atletico stia sempre di più muovendosi verso un inevitabile processo di ricostruzione. Godín e Lucas Hernandez, due giocatori molto vicini al francese, sono sempre più vicini all’addio e in questo potrebbero essere presto imitati da Filipe Luis e da Diego Costa. Per Saúl le sirene della Premier si stanno facendo sempre più forti, soprattutto se a suonarle è Pep Guardiola con il suo City. Pure un senatore come Juanfran si starebbe già guardando intorno. Quest’anno, e ce ne rendiamo conto ora interamente, doveva essere l’ultimo utile per poter ottenere un trofeo importante. Le speranze sono invece sfumate nel giro di due partite, con Juventus e Athletic.

In questi due mesi il numero sette dell’Atletico ha contribuito solamente con due reti segnate, una cifra che non si registrava dal 2015. Pensando che nello stesso periodo la scorsa stagione di reti ne aveva realizzate 12, non si può non notare l’involuzione di Griezmann, mancato nel momento decisivo della stagione. Intorno a lui sono mancati per infortunio alcuni giocatori fondamentali, Diego Costa su tutti, e l’impressione generale è che in questo periodo il 27enne francese stia faticando a trovare quella libertà e quella facilità di manovra che, in altri momenti, aveva mostrato. L’insofferenza per non potersi giocare il titolo europeo in maniera convincente è reale e per un attaccante che ha saputo fare la differenza sul palcoscenico mondiale questa mancanza non è cosa da poco. Nelle prossime settimane il club di Madrid dovrà confrontarsi con il suo giocatore di maggior talento per risolvere una situazione che, qualora rimanesse senza soluzione, porterebbe il piccolo diavolo lontano dai tifosi colchoneros.


Altre notizie - Approfondimenti
Altre notizie

SONDAGGIO

QUALE SQUADRA STA FACENDO IL MERCATO MIGLIORE?
  Juventus
  Real. Madrid
  Barcellona
  Manchester City
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Psg
  Tottenham
  Liverpool
  Inter
  Napoli

DIFFICILE PER LE BIG STECCARE CON QUESTO SORTEGGIO, TRA LE ITALIANE L'ATALANTA SE LA PUÒ GIOCARE

Difficile per le big steccare con questo sorteggio, tra le italiane l'Atalanta se la può giocareFinito in queste ore il sorteggio dei gironi di Champions League e c'è da dire che forse mai questo mai come quest'anno la divisione in fasce ha creato dei raggruppamenti dove le big difficilmente potranno steccare,...

UCLDRAW, VAN DIJK È L'UEFA MEN'S PLAYER. BATTUTI MESSI E CR7

UCLdraw, Van Dijk è l'UEFA Men's Player. Battuti Messi e CR7Virgil Van Dijk vince il premio UEFA Men's Player of the Year. L'assegnazione del trofeo arriva a margine del sorteggio dei gironi di Champions, con Van Dijk che ha avuto la meglio sugli altri finalisti Leo Messi e Cristiano...

ESCLUSIVA EC - AMETRANO: "LA MIA JUVE ERA LA SQUADRA PIÙ FORTE DEL MONDO. LIPPI TI FACEVA DARE QUALCOSA IN PIÙ IN CAMPO. LA SFIDA CON L'AJAX? PASSERANNO I BIANCONERI"

ESCLUSIVA EC - Ametrano: "La mia Juve era la squadra più forte del mondo. Lippi ti faceva dare qualcosa in più in campo. La sfida con l'Ajax? Passeranno i bianconeri"Oggi è il giorno di Juve-Ajax, la decisiva sfida che vale un posto in semifinale di Champions League. Un appuntamento che Ronaldo e compagni non vogliono, anzi possono, fallire. La coppa dalle grandi orecchie è diventata...

FERNANDO TORRES LASCIA IL CALCIO: È GIUNTO IL "CANTO DEL NIÑO"

Fernando Torres lascia il calcio: è giunto il "canto del Niño"Fernando Torres si ritira dal calcio giocato lasciandosi alle spalle tanti gol, prestigiosi trofei ma soprattutto le lacrime di chi l'ha amato sempre, sia nei momenti migliori che in quelli peggiori.