eurochampions.it
Mercoledì 19 Febbraio 2020                     
TMW Radio
Milan, dal ritiro punitivo al futuro in bilico: cronaca di un momento sempre più difficile

Milan, dal ritiro punitivo al futuro in bilico: cronaca di un momento sempre più difficile

© foto di www.imagephotoagency.it
Dopo il ritiro ordinato da Gattuso, il futuro della società rossonera sembra essere sempre più un punto interrogativo.
 di Federico Calabrese   Vedi letture

Dopo la sconfitta in casa del Torino di domenica scorsa, in casa Milan le acque sembrano sempre più agitate. L'ultimo episodio di questa burrascosa telenovela è arrivato oggi, quando Rino Gattuso ha ordinato un ritiro punitivo a Milanello, da oggi fino alla partita di lunedì sera contro il Bologna. Secondo indiscrezioni, a scatenare la rabbia dell'allenatore rossonero sarebbe stato l'arrivo in ritardo all'allenamento da parte di Bakayoko. Questo episodio è stato solamente l'ultimo di una serie negativa, con l'ambiente in casa rossonera che è sempre più pesante.

La situazione in classifica, ovviamente, ha avuto maggior peso su tutta la situazione. L'obiettivo del Milan ad inizio stagione era la qualificazione alla prossima Champions League, ora si rischia seriamente di non partecipare nemmeno alla prossima Europa League. L'attuale settimo posto in classifica è pesante, e a sole quattro giornate dal termine del campionato tutta la squadra deve darsi una svegliata, per non concludere la stagione in maniera fallimentare. Le restanti gare non sono proibitive, con il Milan che affronterà Bologna e Frosinone in casa, Fiorentina e Spal fuori: 12 punti in palio, un quarto posto ancora nettamente raggiungibile (Milan favorito anche dagli scontri diretti con Atalanta e Roma).

A pesare sull'ambiente, oltre la classifica, è il futuro della dirigenza e l'allenatore. Dopo l'incontro tra i vertici e Gattuso, sembrerebbe sicuro un divorzio a fine stagione con il tecnico calabrese. Per il futuro la prima scelta è Sarri, che però deve liberarsi dal Chelsea. Sempre più difficile Conte, che appare favorito per prendere il posto di Ranieri sulla panchina della Roma. La seconda scelta, che non entusiasma la tifoseria, porta a Di Francesco. Un punto interrogativo l'abbiamo messo sulla questione allenatore, ma nei prossimi giorni è sempre più in discussione anche la posizione di Leonardo, colpevole secondo alcuni di aver effettuato un mercato poco ragionato.

Ecco dunque i punti più caldi che riguardano l'ambiente Milan, con la squadra che ora dovrebbe cercare di concentrarsi su questo finale di stagione. La Champions aggiusterebbe un pò i rapporti tra le parti, la mancata qualificazione porterebbe invece all'ennesimo scossone dalle parti di Milanello.


Altre notizie - Approfondimenti
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

RICOMINCIA LA CHAMPIONS LEAGUE: È GIUNTA L'ORA DEL GRANDE CALCIO

Ricomincia la Champions League: è giunta l'ora del grande calcioQuesta sera alle 21:00 ricomincia la Champions League; sono stati due mesi di attesa lunghi ma finalmente potremo goderci lo spettacolo di questa meravigliosa competizione.

TORNA LA CHAMPIONS E NON PUÒ ESSERCI FAVORITA DIVERSA DAL LIVERPOOL DI KLOPP

Torna la Champions e non può esserci favorita diversa dal Liverpool di KloppLa Champions entra nella sua fase calda. Riparte la competizione più ambita con un carico di sogni e aspettative più alte che mai. C'è la Juventus che ha dato chiara priorità in questa stagione alla coppa...

MOGGI: "JUVE TRA LE GRANDI FAVORITE. QUEST'ANNO PUÒ VINCERE LA CHAMPIONS"

Moggi: "Juve tra le grandi favorite. Quest'anno può vincere la Champions"La vera ossessione della Juve è la Champions. Ce la faranno i bianconeri quest'anno a sollevare la coppa dalle grandi orecchie. L'abbiamo chiesto all'ex dirigente Lucian Moggi. "La Juve sicuramente...

STASERA BARCELLONA-INTER: DOLCI RICORDI DI QUELLA SEMIFINALE DEL 2010

Stasera Barcellona-Inter: dolci ricordi di quella semifinale del 2010Stasera al Camp Nou l'Inter affronterà il Barcellona. La mente dei tifosi nerazzurri va al ricordo di quell'anno magico che fu il 2010 e a quella semifinale memorabile proprio contro i blaugrana.