VERSIONE MOBILE
eurochampions.it
Lunedì 26 Agosto 2019                     
Rimonta o non rimonta? L’Arsenal al bivio che vale la stagione

Rimonta o non rimonta? L’Arsenal al bivio che vale la stagione

Dopo il 3-1 dell’andata la domanda è la stessa per tutti: l’Arsenal riuscirà a ribaltare il risultato contro il Rennes? La risposta: sì, ma…
 di Giorgio Dusi Twitter:    Vedi letture

Rimonta o non rimonta? Questo è il dilemma di tutti gli addetti ai lavori e dei tifosi per quanto riguarda l’Arsenal. La gara d’andata ha visto i Gunners soccombere contro il Rennes per 3-1 in Bretagna. Una outsider che batte una favorita, un tema già visto, soprattutto nell’Europa League che è la coppa delle sorprese per eccellenza in Europa. Eppure se quella favorita è una squadra pazza come l’Arsenal, a maggior ragione con Emery in panchina, è lecito pensare che una rimonta possa prendere forma.

Sì, però sempre di Arsenal si tratta, e la storia negli scontri diretti negli ultimi anni insegna: i Gunners sanno rovinarsi con le proprie mani all’andata e poi al ritorno sfiorare l’impresa senza raggiungerla. È successo soltanto nell’ultimo decennio contro il Milan (4-0 a San Siro, 3-0 all’Emirates), con il Bayern (1-3 in casa, 0-2 all’Allianz), con il Monaco (sempre 1-3 in casa, sempre 0-2 al Louis II). Tutte imprese sfiorate e mai raggiunte a causa di risultati troppo complicati da rimettere in piedi. Certo un 3-1 in trasferta contro il Rennes non è paragonabile per difficoltà del risultato e per tasso tecnico dell’avversario in confronto alle altre sopracitate, ma all’andata i bretoni hanno impressionato e hanno trovato le chiavi giuste per mettere in difficoltà i londinesi. Gioco sulle fasce molto ben sviluppato, velocità in contropiede e soprattutto grande pressing.

Tra l’altro alla gara d’andata l’Arsenal ci arrivava nelle migliori condizioni, con tre vittorie e un pareggio, contro il Tottenham in trasferta, e un momento in generale positivo a livello fisico e di fiducia. Tranne che per Pierre-Emerick Aubameyang, evidentemente in sofferenza dopo il rigore sbagliato all’ultimo minuto con gli Spurs. A Rennes il gabonese aveva sbagliato totalmente la partita ed era finito in panchina. Nulla di strano, non fosse che Emery non avesse a disposizione nemmeno Lacazette, squalificato per dopo la gomitata nella gara d’andata con il BATE Borisov.

Da una settimana all’altra però può cambiare tutto, e tutto sta cambiando: Aubameyang ha ritrovato la fiducia dal dischetto dopo aver segnato con lo United, Lacazette potrà giocare dopo lo sconto della squalifica. Mancherà Papastathopoulos per squalifica dopo il rosso dell’andata, ed è un’assenza inevitabilmente pesante perché il greco con Kosicelny stava formando la coppia ideale per affiatamento, esperienza e anche complementarietà delle caratteristiche di entrambi. In una partita in cui mantenere la porta inviolata potrebbe essere più che utile, il greco mancherà. Anche se l’attacco è al completo.

Rimonta no per la difesa, rimonta sì per la forza offensiva. L’enigma lo può risolvere solo Unai Emery, uomo che di Europa League ne ha vinte tre di fila a Siviglia. Ma, a proposito di rimonte, era sulla panchina del PSG in quel 6-1 subito dal Barcellona. Forse ha qualcosa da perdonare a sé stesso, forse rivedrà i fantasmi. Come li rischia di rivedere l’Arsenal, che deve andare oltre a questo match per crescere e imporsi, dimenticando il passato e proiettandosi in un futuro che a Londra sperano sia roseo. E magari con un'Europa League in più.


Altre notizie - Approfondimenti
Altre notizie

SONDAGGIO

QUALE SQUADRA STA FACENDO IL MERCATO MIGLIORE?
  Juventus
  Real. Madrid
  Barcellona
  Manchester City
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Psg
  Tottenham
  Liverpool
  Inter
  Napoli

CR7: "LA JUVENTUS VINCERÀ LA CHAMPIONS ENTRO DUE ANNI". SOGNO O REALTÀ?

CR7: "la Juventus vincerà la Champions entro due anni". Sogno o realtà?Durante la consegna del premio "Marca Leyenda", Cristiano Ronaldo ha parlato così ai microfoni del quotidiano spagnolo Marca: "ho lasciato il Real perchè avevo bisogno di motivazioni dopo aver vinto tutto a...

IL BAYERN FA FUORI MULLER: A MONACO NON C'È PIÙ SPAZIO PER IL TEDESCO. ECCO IL PERCHÉ

Il Bayern fa fuori Muller: a Monaco non c'è più spazio per il tedesco. Ecco il perchéChe fine ha fatto Thomas Muller? Se lo chiedono in molti al Bayern. Il tedesco, che per anni è stato una colonna portante dei bavaresi e della nazionale tedesca, è sparito dai radar. Prestazioni sottotono, numeri in netto calo...

ESCLUSIVA EC - AMETRANO: "LA MIA JUVE ERA LA SQUADRA PIÙ FORTE DEL MONDO. LIPPI TI FACEVA DARE QUALCOSA IN PIÙ IN CAMPO. LA SFIDA CON L'AJAX? PASSERANNO I BIANCONERI"

ESCLUSIVA EC - Ametrano: "La mia Juve era la squadra più forte del mondo. Lippi ti faceva dare qualcosa in più in campo. La sfida con l'Ajax? Passeranno i bianconeri"Oggi è il giorno di Juve-Ajax, la decisiva sfida che vale un posto in semifinale di Champions League. Un appuntamento che Ronaldo e compagni non vogliono, anzi possono, fallire. La coppa dalle grandi orecchie è diventata...

FERNANDO TORRES LASCIA IL CALCIO: È GIUNTO IL "CANTO DEL NIÑO"

Fernando Torres lascia il calcio: è giunto il "canto del Niño"Fernando Torres si ritira dal calcio giocato lasciandosi alle spalle tanti gol, prestigiosi trofei ma soprattutto le lacrime di chi l'ha amato sempre, sia nei momenti migliori che in quelli peggiori.