VERSIONE MOBILE
eurochampions.it
Lunedì 26 Agosto 2019                     
Eurolega, l'Olimpia Milano dice addio al sogno playoff

Eurolega, l'Olimpia Milano dice addio al sogno playoff

Euro Hoops
Nella 30esima e ultima giornata di Eurolega, l'Olimpia Milano butta via 13 punti di vantaggio contro l'Efes e perde per l'ennesima volta ad Istanbul, dicendo addio ai playoff.
 di Andrea Piazza   Vedi letture

Un terzo quarto da incubo con 32 punti subiti condanna Milano alla sconfitta contro l'Efes e alla conseguente eliminazione dall'Eurolega. Da quando nell’Europa cestistica che conta è stata inserita la nuova formula con 16 squadre ai nastri di partenza, l’Olimpia Milano non è riuscita ad andare oltre ad un penultimo posto, e nonostante il record rispetto alla passata stagione sia migliorato, il rammarico per non aver conquistato i playoff in questa stagione è e sarà decisamente forte. 

LA PARTITA – L’inizio di partita è molto equilibrato, con l’Efes che esegue i suoi schemi in attacco e Milano che risponde colpo su colpo nonostante attacchi un po’ confusionari. James sembra finalmente in controllo, Micov è caldo e una sua tripla, unita ad una schiacciata di Brooks, portano 7 punti veloci che costringono Yilmaz ad un timeout (12-18). I padroni di casa non hanno grosse motivazioni sulla carta, ma le parole del loro coach sembrano sortire l’effetto giusto, visto che il rientro in campo è caratterizzato da una intensità diversa, coronata da un contro-parziale di 12-0 che porta gli ospiti sul -4 a fine periodo (24-20). Il secondo quarto inizia con tanti errori da entrambi le parti, ma poi l’Olimpia esplode in attacco con un parziale di 9-0, grazie a due canestri dalla lunga distanza di Nedovic e Nunnally (31-40). Gli uomini di Pianigiani girano meglio in attacco, ma la differenza in questo periodo è l’attitudine difensiva di Omic, che funge bene da intimidatore sotto canestro generando anche opportunità di transizioni offensive. A due minuti dalla fine del quarto, un and-1 di Sanli riporta l’Efes sul -4 (39-44), ma Milano è in fiducia e chiude il quarto sul +11 grazie ad una tripla assurda allo scadere di Mike James, autore di 9 punti all’intervallo (42-53). I 33 punti segnati nel secondo periodo dai milanesi dovrebbero dare entusiasmo e consapevolezza al gruppo, ma i turchi iniziano il secondo tempo con il botto segnando quattro triple nei primi 4 minuti e mezzo, accorciando sul -5 e costringendo Pianigiani al timeout (58-61). Il pubblico apprezza l’effort dei suoi beniamini ed entra in gara come se fosse già il primo turno dei playoff; Nunnally prova a smorzare l’entusiasmo dalla lunga distanza, ma l’Efes piazza un parziale di 9-0 che taglia le gambe agli ospiti, che a 1 decimo dalla fine regalano pure un evitabile gioco da 3 punti a Beaubois (74-69). Milano non vuole male, ma l’approccio al quarto è però sbagliato e un appoggio al vetro di Pleiss a 7 minuti e mezzo dalla fine sembra relegare l’Olimpia ad una sconfitta certa (82-73). L’orgoglio degli ospiti esce fuori, e il senso di urgenza li porta ad una mini rimonta che con il layup di James si concretizza in un passivo di soli 2 punti (86-84). Larkin risponde con un gioco da 4 punti, Micov riporta i suoi sul -2 a due minuti e mezzo alla fine, poi un fallo in attacco discutibile fischiato a James in attacco e i due liberi successivi di Larkin spianano la strada per la vittoria all’Efes, che condanna così l’Olimpia Milano ad un altro anno in europa senza playoff.

Olimpia Milano: James 17 punti, Nedovic 16, Micov 14

Anadolu Efes: Micic 18 punti (8 assist), Simon, Beaubois e Pleiss 14, Larkin 13


Altre notizie - Basket
Altre notizie

SONDAGGIO

QUALE SQUADRA STA FACENDO IL MERCATO MIGLIORE?
  Juventus
  Real. Madrid
  Barcellona
  Manchester City
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Psg
  Tottenham
  Liverpool
  Inter
  Napoli

CR7: "LA JUVENTUS VINCERÀ LA CHAMPIONS ENTRO DUE ANNI". SOGNO O REALTÀ?

CR7: "la Juventus vincerà la Champions entro due anni". Sogno o realtà?Durante la consegna del premio "Marca Leyenda", Cristiano Ronaldo ha parlato così ai microfoni del quotidiano spagnolo Marca: "ho lasciato il Real perchè avevo bisogno di motivazioni dopo aver vinto tutto a...

IL BAYERN FA FUORI MULLER: A MONACO NON C'È PIÙ SPAZIO PER IL TEDESCO. ECCO IL PERCHÉ

Il Bayern fa fuori Muller: a Monaco non c'è più spazio per il tedesco. Ecco il perchéChe fine ha fatto Thomas Muller? Se lo chiedono in molti al Bayern. Il tedesco, che per anni è stato una colonna portante dei bavaresi e della nazionale tedesca, è sparito dai radar. Prestazioni sottotono, numeri in netto calo...

ESCLUSIVA EC - AMETRANO: "LA MIA JUVE ERA LA SQUADRA PIÙ FORTE DEL MONDO. LIPPI TI FACEVA DARE QUALCOSA IN PIÙ IN CAMPO. LA SFIDA CON L'AJAX? PASSERANNO I BIANCONERI"

ESCLUSIVA EC - Ametrano: "La mia Juve era la squadra più forte del mondo. Lippi ti faceva dare qualcosa in più in campo. La sfida con l'Ajax? Passeranno i bianconeri"Oggi è il giorno di Juve-Ajax, la decisiva sfida che vale un posto in semifinale di Champions League. Un appuntamento che Ronaldo e compagni non vogliono, anzi possono, fallire. La coppa dalle grandi orecchie è diventata...

FERNANDO TORRES LASCIA IL CALCIO: È GIUNTO IL "CANTO DEL NIÑO"

Fernando Torres lascia il calcio: è giunto il "canto del Niño"Fernando Torres si ritira dal calcio giocato lasciandosi alle spalle tanti gol, prestigiosi trofei ma soprattutto le lacrime di chi l'ha amato sempre, sia nei momenti migliori che in quelli peggiori.