VERSIONE MOBILE
eurochampions.it
Lunedì 26 Agosto 2019                     
Eurolega, Milano col cuore sbanca la Khimki Arena (90-88)

Eurolega, Milano col cuore sbanca la Khimki Arena (90-88)

Sotto di 14 punti nel terzo quarto, l'Olimpia rimonta nell'ultimo parziale e gioisce al 40'.
 di Andrea Indovino   Vedi letture

Vittoria pesantissima dell'Olimpia Milano in Russia sul campo del Khimki (90-88), in rimonta, preziosa in chiave rincorsa playoff. In quel di Mosca, arriva la quinta vittoria consecutiva per gli uomini di coach Pianigiani, giunta dopo una prova di carattere, maiuscola. Ora gli spareggi sono vicini.

LA PARTITA - Ritmi alti in partenza, per Milano segna solo Tarczewski, suoi i primi 7 punti. Il Khimki fa fatica a contenere i lunghi milanesi nel pitturato, ma è letale da oltre l'arco dei sei metri e settantacinque. Jenkins e Shved colpiscono, ed i padroni di casa tentano l'allungo (20-14). Nedovic prova a ricucire, ma gli uomini di Pianigiani sparacchiano dalla lunga distanza (1/7) e chiudono il primo quarto sotto 20-25. Milano fa fatica in transizione difensiva, e permette ai locali di affondare il colpo con Jenkins e Mickey fino al +9 (39-30). Difficoltà in difesa per James e soci, specie sul perimetro. Il Khimki banchetta sulle disattenzioni avversarie con Monia, Thomas ed il solito Shved, e chiude a 54 il primo tempo, contro i 45 dell'Olimpia. 11 per Thomas alla pausa lunga, 10 e 7 assist per Shved. 10 sono quelli a referto di Micov.

Il leit motiv non cambia nel terzo quarto, Milano gioca una discreta pallacanestro in attacco, ma sull'altra parte del campo fatica e non poco. Shved imperversa, e punisce ogni cambio difensivo, poi Crocker in controiede sigla il +14. Massimo vantaggio per i russi, che alzano leggermente il piede dall'acceleratore e consentono a Milano, con un parziale di 6-0 di riavvicinarsi. Nedovic e Kuzminskas fissano il -8. E' nell'ultimo quarto che Milano chiude le viti in difesa e compie il capolavoro: è sempre Nedovic, immarcabile, a trainare i suoi, e con l'aiuto di Nunnally impatta a quota 74. Il primo vantaggio dell'Olimpia arriva a poco meno di 7' dalla fine del match, grazie ad una bomba del 'Kuz'. Il finale è palpitante, si procede punto a punto. Shved viene mandato in lunetta, dove però non è preciso, mentre Micov lo è dalla lunga distanza. 

Sul +3 Milano a 15'' dalla sirena, il solito Shved prova con la magata: realizza il primo ma sbaglia appositamente il secondo e Tarczewski recupera il rimbalzo per mettere il fiocco alla vittoria milanese alla Khimki Basketball Arena.

Khimki: Shved 23, Thomas 17, Crocker 15, Jenkins 15.

Milano: James 16, Micov 15, Tarczewski 15.

 


Altre notizie - Basket
Altre notizie

SONDAGGIO

QUALE SQUADRA STA FACENDO IL MERCATO MIGLIORE?
  Juventus
  Real. Madrid
  Barcellona
  Manchester City
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Psg
  Tottenham
  Liverpool
  Inter
  Napoli

CR7: "LA JUVENTUS VINCERÀ LA CHAMPIONS ENTRO DUE ANNI". SOGNO O REALTÀ?

CR7: "la Juventus vincerà la Champions entro due anni". Sogno o realtà?Durante la consegna del premio "Marca Leyenda", Cristiano Ronaldo ha parlato così ai microfoni del quotidiano spagnolo Marca: "ho lasciato il Real perchè avevo bisogno di motivazioni dopo aver vinto tutto a...

IL BAYERN FA FUORI MULLER: A MONACO NON C'È PIÙ SPAZIO PER IL TEDESCO. ECCO IL PERCHÉ

Il Bayern fa fuori Muller: a Monaco non c'è più spazio per il tedesco. Ecco il perchéChe fine ha fatto Thomas Muller? Se lo chiedono in molti al Bayern. Il tedesco, che per anni è stato una colonna portante dei bavaresi e della nazionale tedesca, è sparito dai radar. Prestazioni sottotono, numeri in netto calo...

ESCLUSIVA EC - AMETRANO: "LA MIA JUVE ERA LA SQUADRA PIÙ FORTE DEL MONDO. LIPPI TI FACEVA DARE QUALCOSA IN PIÙ IN CAMPO. LA SFIDA CON L'AJAX? PASSERANNO I BIANCONERI"

ESCLUSIVA EC - Ametrano: "La mia Juve era la squadra più forte del mondo. Lippi ti faceva dare qualcosa in più in campo. La sfida con l'Ajax? Passeranno i bianconeri"Oggi è il giorno di Juve-Ajax, la decisiva sfida che vale un posto in semifinale di Champions League. Un appuntamento che Ronaldo e compagni non vogliono, anzi possono, fallire. La coppa dalle grandi orecchie è diventata...

FERNANDO TORRES LASCIA IL CALCIO: È GIUNTO IL "CANTO DEL NIÑO"

Fernando Torres lascia il calcio: è giunto il "canto del Niño"Fernando Torres si ritira dal calcio giocato lasciandosi alle spalle tanti gol, prestigiosi trofei ma soprattutto le lacrime di chi l'ha amato sempre, sia nei momenti migliori che in quelli peggiori.