VERSIONE MOBILE
eurochampions.it
Lunedì 26 Agosto 2019                     
Eurolega: Troppo Fenerbahce per l'Olimpia Milano, ora si fa dura per i playoff

Eurolega: Troppo Fenerbahce per l'Olimpia Milano, ora si fa dura per i playoff

Euro Hoops
Nella 29esima e penultima giornata di Eurolega, il Milano cede al Fenerbahce nonostante un Forum gremito, e vede i playoff sempre più lontani.
 di Andrea Piazza   Vedi letture

La quinta sconfitta di fila tra campionato e coppa non fa bene all'Olimpia Milano di Pianigiani, che rimane all'ottavo posto in classifica (14-15) ma che ora non può più dipendere dalle sue forze: al prossimo turno dovrà battere l'Efes a Istanbul e sperare in risultati favorevoli dagli altri campi, sicuramente non la la più semplice delle situazioni nella quale ritrovarsi.

LA PARTITA – Il Fener ridimensionato dalle assenze parte in quintetto con Green, Muhammed, Melli, Kalinic e Duverioglu, mentre per Milano confermato il solito starting 5 con James, Micov, Nunnally, Brooks e Tarczewski. Le defezioni non sembrano influire sui turchi, che iniziano bene l’incontro trascinati da un ottimo Muhammed, spirito guida di un parziale di 9-0 che fa alzare la testa ai suoi compagni di squadra (12-16). Milano risponde presente, Obradovic abbassa il quintetto e Datome con una preghiera dalla lunga distanza porta gli ospiti avanti di 5 dopo i primi 10 minuti (17-22). Nel secondo quarto l’Olimpia prova a far entrare il pubblico in partita con le giocate di Jerrels, che segna dall’arco, punta spesso Datome e riesce a trovare un assist importantissimo a poco meno di 6 minuti dall’intervallo per Nunnally, che dall’angolo segna da 3 conquistandosi pure un libero aggiuntivo (30-30). Obradovic allora chiama un timeout importantissimo per raddrizzare i suoi, che rientrano in campo con uno spirito diverso e provano a scappare; dall’altra parte del campo Milano si affida al solo Jerrels e allora non è da sorprendersi se il quarto finisce con un passivo di 10 punti e una tripla di un Muhammed infuocato da 18 punti all’attivo (42-52). 

Il secondo tempo inizia con la speranza nei tifosi milanesi di rivedere un Mike James più lucido e meno nervoso in attacco – 0 punti fin qui all’attivo - ma ai problemi nella metà campo offensiva si aggiungono pure quelli in difesa, come quando si perde in maniera clamorosa Muhammed dall’arco sul 49-58 per i turchi. La point guard americana segna i primi 2 punti della sua partita dopo 26 minuti dalla lunetta (54-63) ma non si sblocca, così Milano prova a resistere grazie ai tanti liberi segnati e ad un ispirato Nunnally, che non fa scappare il Fener tenendo Milano a contatto a fine terzo quarto (68-73). Il pubblico milanese prova a crederci, ma gli ospiti iniziano fortissimo il periodo, costringendo Pianigiani ad un timeout per bloccare l’inerzia dell’incontro (70-83). L’Olimpia tenta una timida reazione ma non riesce mai a rendersi realmente pericolosa, così il Fener dilaga e si conquista ad Assago il primo posto automatico in questa regular season, condannando Milano a fare molti calcoli per sperare ancora nella qualificazione alla postseason.

Olimpia Milano: Nunnally 26 punti, Jerrels 20, Micov 15

Fenerbahce: Muhammed 23 punti, Kalinic 22, Green e Datome 12


Altre notizie - Basket
Altre notizie

SONDAGGIO

QUALE SQUADRA STA FACENDO IL MERCATO MIGLIORE?
  Juventus
  Real. Madrid
  Barcellona
  Manchester City
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Psg
  Tottenham
  Liverpool
  Inter
  Napoli

CR7: "LA JUVENTUS VINCERÀ LA CHAMPIONS ENTRO DUE ANNI". SOGNO O REALTÀ?

CR7: "la Juventus vincerà la Champions entro due anni". Sogno o realtà?Durante la consegna del premio "Marca Leyenda", Cristiano Ronaldo ha parlato così ai microfoni del quotidiano spagnolo Marca: "ho lasciato il Real perchè avevo bisogno di motivazioni dopo aver vinto tutto a...

IL BAYERN FA FUORI MULLER: A MONACO NON C'È PIÙ SPAZIO PER IL TEDESCO. ECCO IL PERCHÉ

Il Bayern fa fuori Muller: a Monaco non c'è più spazio per il tedesco. Ecco il perchéChe fine ha fatto Thomas Muller? Se lo chiedono in molti al Bayern. Il tedesco, che per anni è stato una colonna portante dei bavaresi e della nazionale tedesca, è sparito dai radar. Prestazioni sottotono, numeri in netto calo...

ESCLUSIVA EC - AMETRANO: "LA MIA JUVE ERA LA SQUADRA PIÙ FORTE DEL MONDO. LIPPI TI FACEVA DARE QUALCOSA IN PIÙ IN CAMPO. LA SFIDA CON L'AJAX? PASSERANNO I BIANCONERI"

ESCLUSIVA EC - Ametrano: "La mia Juve era la squadra più forte del mondo. Lippi ti faceva dare qualcosa in più in campo. La sfida con l'Ajax? Passeranno i bianconeri"Oggi è il giorno di Juve-Ajax, la decisiva sfida che vale un posto in semifinale di Champions League. Un appuntamento che Ronaldo e compagni non vogliono, anzi possono, fallire. La coppa dalle grandi orecchie è diventata...

FERNANDO TORRES LASCIA IL CALCIO: È GIUNTO IL "CANTO DEL NIÑO"

Fernando Torres lascia il calcio: è giunto il "canto del Niño"Fernando Torres si ritira dal calcio giocato lasciandosi alle spalle tanti gol, prestigiosi trofei ma soprattutto le lacrime di chi l'ha amato sempre, sia nei momenti migliori che in quelli peggiori.