eurochampions.it
Lunedì 18 Novembre 2019                     
L'Atalanta prova l'impresa, Guardiola da ex brescia tenta di ipotecare la qualificazione

L'Atalanta prova l'impresa, Guardiola da ex brescia tenta di ipotecare la qualificazione

© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
 di Gianluca Marianini   Vedi letture

Manchester City-Atalanta è prima di tutto una partita per appassionati di Calcio. Del Calcio vero, con la c la maiuscola: è l'incontro tra il maestro Guardiola e per così dire l'apprendista Gasperini, è la sfida tra la squadre che giocano il calcio più propositivo nei rispettivi campionati.
L'Atalanta si trova nella spiacevole situazione di giocarsi le ultime speranze nella trasferta più impegnativa, dopo una beffa atroce targata Shahktar Donetsk nei minuti di recupero e dopo la storica batosta al debutto con la Dinamo Zagabria. 
Il City, vittorioso anche sabato nel match in trasferta contro il Crystal Palace, è a punteggio pieno senza subire reti. Sulla carta la partita non ha storia, per esperienza dei singoli, qualità tecnica e individuale. Un'evenutale sconfitta condannerebbe oltremodo gli orobici che sarebbero poi costretti a vincere tutte le gare di ritorno sperando in qualche passo falso altrui.

Nemmeno la sorte sembra sorridere alla Dea, il pareggio con la Lazio, le polemiche per le discussioni arbitrali e l'infortunio di Zapata di certo non aiutano l'ambiente e le recenti disavventure europee non agevolano i processo di maturazione di una squadra che deve assumere consapevolezza e fare il salto di qualità. 

Guardiola non ha di questi problemi, ma non sottovaluta l'impegno. 
Nella conferenza stampa di oggi ha definito il gioco bergamasco "una gioia", spendendo parole di stima per Gasperini: "Ho avuto la fortuna di conoscerlo e fare quello che ha fatto con l'Atalanta è incredibile, è come vincere il campionato". Lo stesso Guardiola è stato poi punzecchiato sul suo passato da calciatore del Brescia, chiedendogli se si trattasse di un derby per lui, vista la storica rivalità tra le due società.
La diplomazia ha avuto la meglio e il tecnico dei citizens ha chiuso il discorso con un pensiero alla famiglia Corioni, alla quale è molto legato.


Altre notizie - Champions League
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

LA FAVOLA GRANADA

La favola GranadaIn testa alla Liga, dopo dieci giornate, c’è il neopromosso Granada. Certamente la più clamorosa sorpresa tra i più importanti campionati d’Europa. Sfruttando il rinvio del Clasico, è passata in testa...

IL LILLA IN CHAMPIONS NON RIESCE PIÙ A VINCERE

Il Lilla in Champions non riesce più a vincere20 novembre 2012. Bisogna andare ben 7 anni indietro per trovare l'ultimo successo del Lilla nella UEFA Champions League. Quella volta a cadere fu il BATE Borisov, in Bielorussia tra l'altro. Si va addirittura ad 11 anni fa per...

LE ITALIANE IN CHAMPIONS SECONDO CONDÒ: "JUVE TRA LE FAVORITE. INTER E NAPOLI DEVONO PASSARE. L'ATALANTA PUÒ SOGNARE"

Le italiane in Champions secondo Condò: "Juve tra le favorite. Inter e Napoli devono passare. L'Atalanta può sognare"Questa sera inizia la Champions. Subito in campo Inter e Napoli, domani invece toccherà alla Juve e all'Atalanta. Ma quale sarà il cammino delle nostre compagini in Europa. Lo abbiamo cheisto a Paolo Condò,...

STASERA BARCELLONA-INTER: DOLCI RICORDI DI QUELLA SEMIFINALE DEL 2010

Stasera Barcellona-Inter: dolci ricordi di quella semifinale del 2010Stasera al Camp Nou l'Inter affronterà il Barcellona. La mente dei tifosi nerazzurri va al ricordo di quell'anno magico che fu il 2010 e a quella semifinale memorabile proprio contro i blaugrana.