eurochampions.it
Domenica 5 Aprile 2020                     
Dove sono i cannibali? Quando le Big d'Europa hanno il fiato corto

Dove sono i cannibali? Quando le Big d'Europa hanno il fiato corto

La delusione dei bianconeri
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
 di Federico Mariani   Vedi letture

L’Europa calcistica traballa. D’un colpo, gli equilibri dell’ultimo quinquennio sembrano venuti meno. Colpa di risultati inaspettati e sorprendenti arrivati quasi in contemporanea nelle ultime due settimane. Non si può affermare che il ciclo delle regine nazionali sia destinato a concludersi ora, ma è lecito affermare di un ridimensionamento, talvolta grande e talvolta piccolo. In Italia, la Juventus ha tirato il freno a mano dopo un avvio di stagione fatto di vittorie a ripetizione. Dopo quattro stagioni di dominio assoluto, è arrivata l’abdicazione in Coppa Italia. E se il campionato resta saldamente nelle mani dei bianconeri, con tanto di imbattibilità, sorprende il pari interno contro il Parma, a dimostrazione che qualche ingranaggio della macchina torinese non è ben oliato. Non se la passa meglio il Paris Saint Germain: i dominatori dell’ultimo quinquennio nel calcio francese sembrano aver perso smalto e l’inavvicinabilità messa in mostra ad inizio stagione. Nel giro di meno di un mese, i parigini hanno salutato clamorosamente la Coppa di lega e l’imbattibilità. In Spagna, il Barcellona deve fare i conti con gli acciacchi di Leo Messi e con un problema legato alla trasferta: nelle ultime quattro partite tra Liga e Copa del Rey sono arrivate due sconfitte a fronte di due vittorie. Poco per un club come quello catalano. Chi sta vivendo una stagione sorprendentemente complicata è il Bayern Monaco. I campioni in carica della Bundesliga stanno balbettando per la prima volta dopo sei stagioni di dominio. Lo certificano i numeri: secondo posto in campionato a 6 lunghezze di distacco dal Borussia Dortmund e solamente 6 clean sheet stagionali. Cifre impressionanti per una corazzata, che, forse, inizia a mostrare necessità di rinnovamento. In Premier League, regna l’equilibrio, ma dopo l’alternanza sul trono da parte di Chelsea e Manchester City nell’ultimo quinquennio sembra tirare aria di novità con il Liverpool tornato più che mai solido e minaccioso.

Come si spiega questa improvvisa serie di cambiamenti? In primis, nulla è eterno. Dunque, anche la più granitica dittatura sportiva è destinata a subire ridimensionamenti, seppur provvisori, o addirittura ad esaurirsi. Dunque, l’invincibilità a cui questi colossi ci hanno abituato in campo nazionale può legittimamente essere incrinata, almeno per una stagione, nell’attesa di comprendere se si prospetterà un cambio della guardia. Nel caso di Juventus, PSG e Barcellona, però, le difficoltà riscontrate nell’ultimo mese potrebbero anche essere dettate da una preparazione atletica particolare, volta a fornire una partenza micidiale nella prima fase della stagione ed un finale in crescendo. Dunque ora queste formazioni si troverebbero in un momento di ricarica delle batterie nell’attesa della volata verso gli incontri cruciali. Il pericolo di questo sistema di gestione delle forze può comportare brutti effetti collaterali, come le inattese eliminazioni nelle Coppe nazionali o le battute d’arresto nei rispettivi campionati. È il prezzo da pagare per chi sogna di sollevare la Champions League, Real Madrid permettendo.


Altre notizie - Editoriale
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

FINO A QUANDO LA UEFA POTRÀ IGNORARE L'EMERGENZA CORONAVIRUS?

Fino a quando la UEFA potrà ignorare l'emergenza Coronavirus?Non facciamoci maestri, perché anche noi fino a dieci giorni fa abbiamo provato a fare la stessa cosa. Abbiamo provato a girarci dall'altro lato - a non guardare l'emergenza sanitaria che ci stava venendo incontro come un tir...

MARTEDÌ LA UEFA ANNUNCERÀ LO SLITTAMENTO DI EURO 2020. ORA IL DUBBIO DELLE FEDERAZIONI È UN ALTRO: SI RIUSCIRÀ A COMPLETARE LA STAGIONE ENTRO IL 30 GIUGNO?

Martedì la UEFA annuncerà lo slittamento di Euro 2020. Ora il dubbio delle Federazioni è un altro: si riuscirà a completare la stagione entro il 30 giugno?Resta a casa anche il mondo del calcio. Tutti hanno chiuso i battenti seguendo più o meno la stessa trafila: prima ignoro il problema, poi lo sottovaluto, poi cerco di mandare avanti lo spettacolo finché è...

IL PRESIDENTE DEL GETAFE: "IL GOVERNO HA DETTO CHE NON SI PUÒ VIAGGIARE, NON LO FAREMO"

Il presidente del Getafe: "Il Governo ha detto che non si può viaggiare, non lo faremo"“Non viaggeremo, non andremo a Milano. Prima di tutto la salute. Questa partita domani non la giocheremo”. Così il presidente del Getafe, Angel Torres in vista della partita di domani contro l’Inter. “Il...

2 APRILE 1995, DAVID BECKHAM FA IL SUO ESORDIO IN PREMIER LEAGUE

2 aprile 1995, David Beckham fa il suo esordio in Premier LeagueIl 2 aprile 1995 David Beckham esordisce in Premier League con il Manchester United, nella partita all'Old Trafford contro il Leeds (0-0). Era la stagione in cui il Manchester stava lottando con il Blackburn per la conquista del titolo....