eurochampions.it
Mercoledì 22 Gennaio 2020                     
Dybala (ri)conquista la Juve

Dybala (ri)conquista la Juve

© foto di Daniele Buffa/Image Sport
 di Redazione Eurochampions   Vedi letture

Maurizio Sarri ha fatto tredici. O meglio: è Paulo Dybala che ha messo in serie tredici reti in Champions League – solo Platini, Del Piero, Inzaghi e Trezeguet hanno segnato di più – ma è il tecnico bianconero a incassare la vincita più ricca. Due intuizioni da maestro di calcio, nella serata europea contro il Lokomotiv Mosca: il 2 secco su Dybala, buttato nella mischia dal primo minuto e alla fine decisivo con una doppietta; e l’1 a inizio ripresa su Higuain, al posto di uno spento Khedira, che si rileva la mossa giusta nell’intento di conquistare il pareggio e costruire dunque un altro successo. 

La scena la prende Dybala, questa volta. E anche giustamente. Ma va riconosciuto come l’ingresso in campo di Higuain, con l’arretramento della Joya nel ruolo di trequartista, trasformi in positivo la squadra e risvegli anche la prestazione di Bentancur, tra i migliori in campo. Paulo mostra attaccamento, voglia, positività. Dopo la prima rete non festeggia neanche: torna subito a centrocampo e invita i compagni a crederci. Non passano neanche due minuti e diventa l’uomo partita, di diritto. 

Adesso è sulla scia dei più grandi, dei magici quattro. I sopracitati – che verosimilmente proverà anche a raggiungere e magari staccare presto – sono dei campioni assoluti che hanno inciso pagine importanti nella storia del club. Dybala la scorsa estate rischiava di andar via, anche se in più occasioni ha sempre confermato la ferma volontà di restare alla Juventus. Era pienamente convinto di poter diventare un giocatore importante sotto la guida di Sarri. E qualche mese dopo gli va riconosciuto un buon intuito. Oltre che uno spiccato senso del goal, evidentemente.


Altre notizie - Editoriale
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

UN'IMPRESA STORICA

Non c'è altro modo per parlare dell'Atalanta che stasera ha abbattuto lo Shakhtar Donetsk a Kharkiv. Una impresa che resterà nella storia, perché alla prima partecipazione i nerazzurri riescono, dopo tre partite perse, a passare un girone che sembrava...

RIPARTIRE DA MILIK. A NAPOLI DOPO GENK IDEE PIÙ CHIARE (ANCHE SUL RINNOVO)

Ripartire da Milik. A Napoli dopo Genk idee più chiare (anche sul rinnovo)E sono otto. Cinque in campionato, i primi tre in Champions League. Milik è tornato dopo oltre un mese ha fatto capire perché, senza di lui, il Napoli nelle ultime partite ha faticato così tanto in zona gol. Contro...

LE ITALIANE IN CHAMPIONS SECONDO CONDÒ: "JUVE TRA LE FAVORITE. INTER E NAPOLI DEVONO PASSARE. L'ATALANTA PUÒ SOGNARE"

Le italiane in Champions secondo Condò: "Juve tra le favorite. Inter e Napoli devono passare. L'Atalanta può sognare"Questa sera inizia la Champions. Subito in campo Inter e Napoli, domani invece toccherà alla Juve e all'Atalanta. Ma quale sarà il cammino delle nostre compagini in Europa. Lo abbiamo cheisto a Paolo Condò,...

STASERA BARCELLONA-INTER: DOLCI RICORDI DI QUELLA SEMIFINALE DEL 2010

Stasera Barcellona-Inter: dolci ricordi di quella semifinale del 2010Stasera al Camp Nou l'Inter affronterà il Barcellona. La mente dei tifosi nerazzurri va al ricordo di quell'anno magico che fu il 2010 e a quella semifinale memorabile proprio contro i blaugrana.