eurochampions.it
Lunedì 18 Novembre 2019                     
Lazio e il solito copione capovolto: ci voleva il gol per svegliarla?

Lazio e il solito copione capovolto: ci voleva il gol per svegliarla?

© foto di Insidefoto/Image Sport
 di Redazione Eurochampions   Vedi letture

“Per noi è come una finale”, aveva detto Inzaghi alla vigilia del Rennes. Viene da sperare che semmai la Lazio dovesse raggiungerne una quest’anno, non la interpreterà come fatto ieri. Più che una squadra da finale, se ne è vista una in formato preparazione estiva. Per la prima volta nella stagione, la Lazio ha sbagliato approccio a una partita per poi crescere nella ripresa. Ma torniamo all’interpretazione, pessima. Baricentro basso, poca intensità e tanti errori tecnici di misura. L’unico tiro in porta l’ha fatto Cataldi al 42’ su punizione. Forse non l’avrà preparata al meglio Inzaghi, forse la squadra è troppo dipendente da alcuni giocatori. Fatto sta che dopo il doppio cambio, Milinkovic e Luis Alberto per Berisha e Cataldi, e il gol subito, la partita è cambiata. Una sorta di cortocircuito fatale per la prima rimonta completa dell’anno.

Se è sempre successo che andasse in vantaggio e poi si faceva rimontare, ieri è accaduto il contrario. Come nella più classica favola capovolta con il lieto fine a tinte biancocelesti. Perché dopo lo 0-1 francese, la Lazio ha cambiato marcia e ha cominciato a caricare a testa bassa. La classe di Luis Alberto e la completezza di Milinkovic hanno aiutato, così come il cambio tra i tre centrali di difesa, con Acerbi che si è spostato come terzo a sinistra per sfruttare il piede mancino anche nella metà campo opposta. E si è visto il solito gioco pulito, con ritmo, offensivo e imprevedibile. Un uno-due firmato Milinkovic e Immobile (su assist del serbo) a firmare un successo vitale per il cammino europeo della Lazio. Domenica c’è il Bologna, poi la sosta, mentre la prossima gara internazionale sarà a Glasgow contro il Celtic, capolista nel girone con 4 punti. Un ambiente da affrontare con gli artigli fin dal riscaldamento, così come quello rossoblù tra due giorni. Perché se non andava bene iniziare bene e farsi rimontare, non va neanche bene entrare col piglio sbagliato. E' andata in modo positivo per la Lazio, ma capiterà anche la serata in cui la rimonta non riuscirà.


Altre notizie - Europa League
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

LA FAVOLA GRANADA

La favola GranadaIn testa alla Liga, dopo dieci giornate, c’è il neopromosso Granada. Certamente la più clamorosa sorpresa tra i più importanti campionati d’Europa. Sfruttando il rinvio del Clasico, è passata in testa...

IL LILLA IN CHAMPIONS NON RIESCE PIÙ A VINCERE

Il Lilla in Champions non riesce più a vincere20 novembre 2012. Bisogna andare ben 7 anni indietro per trovare l'ultimo successo del Lilla nella UEFA Champions League. Quella volta a cadere fu il BATE Borisov, in Bielorussia tra l'altro. Si va addirittura ad 11 anni fa per...

LE ITALIANE IN CHAMPIONS SECONDO CONDÒ: "JUVE TRA LE FAVORITE. INTER E NAPOLI DEVONO PASSARE. L'ATALANTA PUÒ SOGNARE"

Le italiane in Champions secondo Condò: "Juve tra le favorite. Inter e Napoli devono passare. L'Atalanta può sognare"Questa sera inizia la Champions. Subito in campo Inter e Napoli, domani invece toccherà alla Juve e all'Atalanta. Ma quale sarà il cammino delle nostre compagini in Europa. Lo abbiamo cheisto a Paolo Condò,...

STASERA BARCELLONA-INTER: DOLCI RICORDI DI QUELLA SEMIFINALE DEL 2010

Stasera Barcellona-Inter: dolci ricordi di quella semifinale del 2010Stasera al Camp Nou l'Inter affronterà il Barcellona. La mente dei tifosi nerazzurri va al ricordo di quell'anno magico che fu il 2010 e a quella semifinale memorabile proprio contro i blaugrana.