eurochampions.it
Venerdì 22 Novembre 2019                     
Infortunio Chiellini, 6-7 mesi di stop. Cosa succede ora alla Juventus?

Infortunio Chiellini, 6-7 mesi di stop. Cosa succede ora alla Juventus?

© foto di Daniele Buffa/Image Sport
 di Francesco Paissan   Vedi letture

"Nel corso dell’allenamento odierno Giorgio Chiellini ha riportato la distorsione del ginocchio destro. Gli accertamenti diagnostici eseguiti presso il JMedical hanno evidenziato la lesione del legamento crociato anteriore. Sarà necessario intervenire chirurgicamente nei prossimi giorni". Con questo comunicato la Juventus ha diramato la notizia dell'infortunio di Giorgio Chiellini, grave sia per l'entità del trauma sia per il giocatore interessato. Possibile infatti che per Chiellini sia necessario uno stop per sei o sette mesi, per un rientro previsto ottimisticamente a febbraio del prossimo anno. Per il difensore di Juve e Nazionale è prevista ovviamente l'operazione chirurgica, in agenda nei prossimi giorni. A preoccupare non è, però, soltanto l'operazione, quanto la capacità dell'atleta 35enne di riassorbire i postumi dell'operazione e di tornare in campo senza accusare ricadute decisive per la carriera. A lui vanno i migliori auguri per una completa guarigione, nel frattempo però la Juventus dovrà andare avanti.

De Ligt è ovviamente il profilo numero uno per la sostituzione. Le parole dell'olandese nel dopo Parma-Juventus, parole di sorpresa per la mancata titolarità, non avevano fatto piacere allo spogliatoio bianconero, allo stesso Chiellini in particolare. L'ex-Ajax si sta ancora adattando al nuovo modo di interpretare la fase difensiva in Italia, come ha riferito Ronald Koeman in una recente intervista. Meno fisicità e più senso della posizione, ecco quanto viene ora richiesto a De Ligt, che tuttavia scenderà in campo questa sera contro il Napoli.

Con De Ligt e Bonucci titolari in questo momento, il mercato in uscita per quanto riguarda i difensori è ovviamente stato congelato. Demiral, ma soprattutto Rugani, verranno impiegati come riserve e una loro partenza è ora da escludere. Toccherà a Sarri in seguito fare le dovute valutazioni tecniche su una difesa orfana del suo miglior interprete. Affidarsi a giocatori 'nuovi' come De Ligt e Demiral e all'incompiuto Rugani o pescare nel mercato un colpo 'last minute' à la Umtiti, la questione dovrebbe stare tutta qui e una sua risoluzione dovrà realizzarsi nelle prossime ore vista l'imminente chiusura del mercato.


Altre notizie - News
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

LA FAVOLA GRANADA

La favola GranadaIn testa alla Liga, dopo dieci giornate, c’è il neopromosso Granada. Certamente la più clamorosa sorpresa tra i più importanti campionati d’Europa. Sfruttando il rinvio del Clasico, è passata in testa...

IL LILLA IN CHAMPIONS NON RIESCE PIÙ A VINCERE

Il Lilla in Champions non riesce più a vincere20 novembre 2012. Bisogna andare ben 7 anni indietro per trovare l'ultimo successo del Lilla nella UEFA Champions League. Quella volta a cadere fu il BATE Borisov, in Bielorussia tra l'altro. Si va addirittura ad 11 anni fa per...

LE ITALIANE IN CHAMPIONS SECONDO CONDÒ: "JUVE TRA LE FAVORITE. INTER E NAPOLI DEVONO PASSARE. L'ATALANTA PUÒ SOGNARE"

Le italiane in Champions secondo Condò: "Juve tra le favorite. Inter e Napoli devono passare. L'Atalanta può sognare"Questa sera inizia la Champions. Subito in campo Inter e Napoli, domani invece toccherà alla Juve e all'Atalanta. Ma quale sarà il cammino delle nostre compagini in Europa. Lo abbiamo cheisto a Paolo Condò,...

STASERA BARCELLONA-INTER: DOLCI RICORDI DI QUELLA SEMIFINALE DEL 2010

Stasera Barcellona-Inter: dolci ricordi di quella semifinale del 2010Stasera al Camp Nou l'Inter affronterà il Barcellona. La mente dei tifosi nerazzurri va al ricordo di quell'anno magico che fu il 2010 e a quella semifinale memorabile proprio contro i blaugrana.