eurochampions.it
Domenica 26 Gennaio 2020                     
Squadra logora e mercato non all'altezza: Tottenham, è sempre più crisi

Squadra logora e mercato non all'altezza: Tottenham, è sempre più crisi

© foto di Imago/Image Sport
 di Redazione Eurochampions   Vedi letture

Come sia riuscito Mauricio Pochettino a portare il Tottenham in finale di Champions League nella passata stagione, resta un vero mistero. Tra tutte le big del campionato inglese, gli Spurs sono quelli che negli ultimi anni hanno speso meno. L'ossatura è praticamente sempre la stessa dal campionato 2015-16, quello vinto dal Leicester e terminato al terzo posto. La partecipazione alla Champions League, invece di incoraggiare il club a investire per rinforzare la squadra, ha tarpato le ali anche alle ambizioni del tecnico argentino, che non è mai riuscito realmente ad avvicinarsi alle rivali in Premier, né tanto meno a conquistare titoli. 

Tanti indizi fanno una prova - Tagliato fuori dalla lotta in campionato, il Tottenham ha mostrato il suo lato migliore nelle grandi notti europee. E alla terza partecipazione consecutiva, ha sfiorato il colpaccio, cedendo solo al Liverpool nella finale tutta inglese disputata lo scorso primo giugno. Una sconfitta durissima, che aveva il sapore amaro della fine di un ciclo o che comunque sembrava preannunciare una rivoluzione estiva, a partire proprio dalla guida tecnica. Pochettino, però, è rimasto al proprio posto: il Real lo aveva lusingato prima di riprendere Zidane, la Juventus non è mai stata realmente convinta. Il mercato ha regalato tre buonissimi innesti (Sessegnon, Lo Celso e Ndombelé) e soprattutto la conferma di Eriksen, nonostante il contratto in scadenza. Non c'è stato, però, quel ricambio generazionale atteso, soprattutto in difesa, dove l'unico a partire è stato Kieran Trippier in direzione Atletico Madrid. Gli effetti sono sotto gli occhi di tutti: la coperta sembra davvero cortissima, anche a causa dei tanti infortuni, e la retroguardia fa acqua da tutte le parti. Le ultime due batoste, contro Bayern Monaco e Brighton - quest'ultima ha fatto salire il distacco in classifica dai Reds a 13 punti dopo 8 giornate -, insieme all'eliminazione dalla Carabao Cup, hanno fatto scattare l'allarme definitivo: il Tottenham è in crisi, i giocatori sembrano aver dato tutto. Il progetto, che avrebbe dovuto portare risultati e una crescita costante, sembra essersi arenato bruscamente.


Altre notizie - Premier League
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

UN'IMPRESA STORICA

Non c'è altro modo per parlare dell'Atalanta che stasera ha abbattuto lo Shakhtar Donetsk a Kharkiv. Una impresa che resterà nella storia, perché alla prima partecipazione i nerazzurri riescono, dopo tre partite perse, a passare un girone che sembrava...

RIPARTIRE DA MILIK. A NAPOLI DOPO GENK IDEE PIÙ CHIARE (ANCHE SUL RINNOVO)

Ripartire da Milik. A Napoli dopo Genk idee più chiare (anche sul rinnovo)E sono otto. Cinque in campionato, i primi tre in Champions League. Milik è tornato dopo oltre un mese ha fatto capire perché, senza di lui, il Napoli nelle ultime partite ha faticato così tanto in zona gol. Contro...

LE ITALIANE IN CHAMPIONS SECONDO CONDÒ: "JUVE TRA LE FAVORITE. INTER E NAPOLI DEVONO PASSARE. L'ATALANTA PUÒ SOGNARE"

Le italiane in Champions secondo Condò: "Juve tra le favorite. Inter e Napoli devono passare. L'Atalanta può sognare"Questa sera inizia la Champions. Subito in campo Inter e Napoli, domani invece toccherà alla Juve e all'Atalanta. Ma quale sarà il cammino delle nostre compagini in Europa. Lo abbiamo cheisto a Paolo Condò,...

STASERA BARCELLONA-INTER: DOLCI RICORDI DI QUELLA SEMIFINALE DEL 2010

Stasera Barcellona-Inter: dolci ricordi di quella semifinale del 2010Stasera al Camp Nou l'Inter affronterà il Barcellona. La mente dei tifosi nerazzurri va al ricordo di quell'anno magico che fu il 2010 e a quella semifinale memorabile proprio contro i blaugrana.