eurochampions.it
Venerdì 22 Novembre 2019                     
Inter-Juve: il derby d’Italia deciso dagli argentini

Inter-Juve: il derby d’Italia deciso dagli argentini

 di Nicola Santarossa Twitter:    Vedi letture

Ad aggiudicarsi il 236esimo derby d’Italia ci ha pensato la Juventus, uscita vincitrice da San Siro per 2-1 ai danni dell’Inter di Antonio Conte, ex della partita ed imbattuto in campionato prima d’ora: ma com’è andato il posticipo della settima giornata di Serie A?

A sbloccare il match ci pensa Paulo Dybala – preferito ad Higuain - dopo appena quattro minuti di gioco, grazie ad un preciso diagonale che trafigge Handanovic, un po’ impreciso nell’occasione, e porta di fatto in vantaggio la Vecchia Signora; la risposta nerazzurra non tarda molto ad arrivare: Ronaldo dal limite colpisce una clamorosa traversa e l’Inter reagisce poco dopo. È il minuto numero 17 quando dagli sviluppi di un cross di Barella, De Ligt, nel tentativo di anticipare Lautaro Martinez, tocca il pallone con l’avambraccio, obbligando Rocchi a fischiare il tiro dagli undici metri. Proprio “il Toro” si incarica della battuta e insacca, battendo Szczesny e fissando il punteggio sull’1-1 alla fine della prima frazione di gioco.

È un match tutto argentino: il gol annullato a Ronaldo ne è una dimostrazione, ma la conferma arriva a soli 10’ dal fischio finale. Higuain, subentrato a gara in corso a Bernardeschi, raccoglie un passaggio di Bentancur e scarica un potente destro che non lascia scampo al portiere nerazzurro; i tifosi bianconeri giunti al Meazza esplodono di gioia ed il centravanti numero 9 diventa il match winner della sfida, ripetendo quanto successo due anni fa.

La rinascita della punta, dopo una stagione di sofferenza trascorsa con le maglie di Milan e Chelsea, è uno dei più grandi meriti di Maurizio Sarri, che ha creduto in lui fin dal primo minuto, togliendolo dal mercato e costruendogli attorno una squadra ad hoc; assieme a lui Dybala, anch’egli un esubero del mercato estivo bianconero, la cui crescita si è rivelata decisiva, dando i frutti nella giornata di ieri dopo le prime giornate più delicate.

La Juventus è ancora affamata, può lottare su più fronti e ha tanta voglia di stupire e vincere, in Italia e non: il gioco bianconero sta migliorando pian piano e l’impronta di Sarri è sempre più visibile. Il cammino è ancora lungo, soprattutto in Champions League, ma la squadra di Torino vuole prendersi ciò che merita e per cui lotta ed ambisce da anni.


Altre notizie - Serie A
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

LA FAVOLA GRANADA

La favola GranadaIn testa alla Liga, dopo dieci giornate, c’è il neopromosso Granada. Certamente la più clamorosa sorpresa tra i più importanti campionati d’Europa. Sfruttando il rinvio del Clasico, è passata in testa...

IL LILLA IN CHAMPIONS NON RIESCE PIÙ A VINCERE

Il Lilla in Champions non riesce più a vincere20 novembre 2012. Bisogna andare ben 7 anni indietro per trovare l'ultimo successo del Lilla nella UEFA Champions League. Quella volta a cadere fu il BATE Borisov, in Bielorussia tra l'altro. Si va addirittura ad 11 anni fa per...

LE ITALIANE IN CHAMPIONS SECONDO CONDÒ: "JUVE TRA LE FAVORITE. INTER E NAPOLI DEVONO PASSARE. L'ATALANTA PUÒ SOGNARE"

Le italiane in Champions secondo Condò: "Juve tra le favorite. Inter e Napoli devono passare. L'Atalanta può sognare"Questa sera inizia la Champions. Subito in campo Inter e Napoli, domani invece toccherà alla Juve e all'Atalanta. Ma quale sarà il cammino delle nostre compagini in Europa. Lo abbiamo cheisto a Paolo Condò,...

STASERA BARCELLONA-INTER: DOLCI RICORDI DI QUELLA SEMIFINALE DEL 2010

Stasera Barcellona-Inter: dolci ricordi di quella semifinale del 2010Stasera al Camp Nou l'Inter affronterà il Barcellona. La mente dei tifosi nerazzurri va al ricordo di quell'anno magico che fu il 2010 e a quella semifinale memorabile proprio contro i blaugrana.