eurochampions.it
Mercoledì 22 Gennaio 2020                     
Gareth Bale e il Real Madrid: storia di un amore oramai tramontato

Gareth Bale e il Real Madrid: storia di un amore oramai tramontato

© foto di Insidefoto/Image Sport
 di Simone Aiello   Vedi letture

Quel cost-to-cost contro il Barcellona, che umilia Bartra e penetra senza problemi nella difesa blaugrana. Quella zuccata che mette il sigillo sulla Coppa dalle Grandi Orecchie del 2014. Quella rovesciata che resterà alla storia per difficoltà d'esecuzione, segnata in un momento chiave della finale di Champions del 2018 contro il Liverpool. Quelle prime due stagioni mozzafiato, con sgasate assurde sulla fascia, gol da ogni angolazione e la convinzione di essere l'essere umano più forte del pianeta a giocare a calcio, dietro il marziano portoghese e l'alieno argentino.

Tutto ciò sembra scomparso. O meglio, sembra che Zidane non sia a conoscenza delle qualità del giocatore che relega spesso e volentieri in panchina.

Gareth Bale non rientra più nei piani del Real Madrid. Fa strano dirlo, se si ripensa a quel marchio che gli era stato relegato di "Mister 100 milioni". Fa strano vedere in panchina un giocatore del suo calibro. Tutta l'ultima stagione del gallese sembra essere davvero strana.

Il feeling con Zizou non c'è mai stato. Anche senza Ronaldo in squadra, Gareth il campo l'ha visto poco. E non più tanto per colpa degli infortuni (maledetti!) quanto per la volontà del tecnico francese.

Le sue parole in sala stampa fanno sanguinare le orecchie di a tutti i fan del top player gallese: "Bale potrebbe trasferirsi da un momento all'altro; speriamo anche domani". Penso possa bastare questa frase per sottolineare il rapporto non proprio idilliaco (eufemismo) tra l'ex campione del mondo e l'esterno d'attacco delle Merengues.

Bale é da tempo accostato a club inglesi, United e Tottenham (ritorno dal sapore dolcissimo), che farebbero carte false per averlo in squadra. Anche dei club cinesi ci stanno provando, ma nulla da fare. Il Real pretende troppo e lui, tutto sommato, vuole restare. Per far vedere chi riuscirà a spuntarla.

E, proprio per questo, nella partita di ICC di ieri che ha visto il Real affrontare un intrepido Arsenal, Gareth é rimasto ovviamente attaccato al seggiolino della panchina. Minuto 59, Zidane lo chiama in campo. Strano, nessuno se lo aspetta. Tantomeno lui. Si scalda e entra. Non basta molto per farlo segnare e rimettere in chiaro le cose. Partita di sostanza e qualità, sgroppate, un gol e in salvataggio sulla linea di porta. La partita la vincerà il Real ai rigori e, anche se Gareth ne sbaglierà uno, rimane una sorta di punto interrogativo su di lui. Perché Zidane non lo chiama in causa più spesso? Davvero non vale la pena sfruttare il potenziale di quello che é, a tutto gli effetti, uno tra i migliori giocatori del pianeta?

Gareth se lo chiede da parecchio. Il suo futuro é in bilico, le variabili sono tante. Non sapremo dove andrà, ma se rimarrà stringiamo tutti le dita affinché non segua le gare dalla tribuna d'onore, rilassandosi tra una partita a gol e un allenamento in palestra. Sarebbe un dramma per ogni amante del pallone. Per chiunque abbia amato le giocate di Gareth Bale, il più forte e vincente giocatore della storia del Galles.


Altre notizie - Storia
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

UN'IMPRESA STORICA

Non c'è altro modo per parlare dell'Atalanta che stasera ha abbattuto lo Shakhtar Donetsk a Kharkiv. Una impresa che resterà nella storia, perché alla prima partecipazione i nerazzurri riescono, dopo tre partite perse, a passare un girone che sembrava...

RIPARTIRE DA MILIK. A NAPOLI DOPO GENK IDEE PIÙ CHIARE (ANCHE SUL RINNOVO)

Ripartire da Milik. A Napoli dopo Genk idee più chiare (anche sul rinnovo)E sono otto. Cinque in campionato, i primi tre in Champions League. Milik è tornato dopo oltre un mese ha fatto capire perché, senza di lui, il Napoli nelle ultime partite ha faticato così tanto in zona gol. Contro...

LE ITALIANE IN CHAMPIONS SECONDO CONDÒ: "JUVE TRA LE FAVORITE. INTER E NAPOLI DEVONO PASSARE. L'ATALANTA PUÒ SOGNARE"

Le italiane in Champions secondo Condò: "Juve tra le favorite. Inter e Napoli devono passare. L'Atalanta può sognare"Questa sera inizia la Champions. Subito in campo Inter e Napoli, domani invece toccherà alla Juve e all'Atalanta. Ma quale sarà il cammino delle nostre compagini in Europa. Lo abbiamo cheisto a Paolo Condò,...

STASERA BARCELLONA-INTER: DOLCI RICORDI DI QUELLA SEMIFINALE DEL 2010

Stasera Barcellona-Inter: dolci ricordi di quella semifinale del 2010Stasera al Camp Nou l'Inter affronterà il Barcellona. La mente dei tifosi nerazzurri va al ricordo di quell'anno magico che fu il 2010 e a quella semifinale memorabile proprio contro i blaugrana.