eurochampions.it
Giovedì 02 luglio 2020                     
Atalanta, al Mestalla l'obiettivo deve essere non prendere gol

Atalanta, al Mestalla l'obiettivo deve essere non prendere gol

© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
 di Redazione Eurochampions   Vedi letture

Fare sempre un gol in più dell'altro. Il leitmotiv dell'Atalanta, almeno negli ultimi anni, è sempre stato questo: segnare una rete in più rispetto all'avversario. Metodo efficace sia in campionato che in coppa, ma ora i nerazzurri devono assolutamente gestire il triplo vantaggio. Non solo per il risultato finale, ma anche per non gettare al vento un'occasione storica. 

La rete incassata a San Siro tiene tutti con il fiato sospeso, i giochi ancora non sono chiusi definitivamente. L'importante, dunque, sarà non subire al Mestalla, almeno nei primi 45' di gioco. In Champions League la compagine orobica ha reagito bene dopo le 11 reti nei primi 3 match: dal gol di Sterling alla rete di Cheryshev sono passati esattamente 329 minuti, quasi quattro partite con Gollini imbattuto. Pochi fronzoli dunque, in Europa è fondamentale non subire.

COMANDANTE PALOMINO - L'argentino, con l'assenza di Rafa Toloi, diventerà fondamentale nella sfida di questa sera. È il più esperto per via dell'età, ma anche per le presenze nelle competizioni continentali: Djimsiti (16 presenze) e Caldara (10) hanno affrontato meno gare di questo tipo. Nelle 26 presenze è arrivato anche un gol, messo a segno nel match preliminare di Europa League contro il Sarajevo. 

Al momento il difensore sudamericano è candidato per partire al centro della difesa, anche se Gasperini potrebbe dirottarlo sul centro-sinistra. In quella posizione non è riuscito ad esprimersi al meglio, alcuni errori decisivi hanno portato il tecnico di Grugliasco a cambiargli posizione. Una piacevole scoperta, ora il comandante Palo dovrà guidare una difesa più che blindata. Alle 21.00 sarà partita vera e - nella fase ad eliminazione diretta - non subire gol diventerà l'unico obiettivo della Dea. Anche se, come dice Gasp, bisognerà essere pronti a tutto.


Altre notizie - Approfondimenti
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

FINO A QUANDO LA UEFA POTRÀ IGNORARE L'EMERGENZA CORONAVIRUS?

Fino a quando la UEFA potrà ignorare l'emergenza Coronavirus?Non facciamoci maestri, perché anche noi fino a dieci giorni fa abbiamo provato a fare la stessa cosa. Abbiamo provato a girarci dall'altro lato - a non guardare l'emergenza sanitaria che ci stava venendo incontro come un tir...

CHAMPIONS ED EUROPA LEAGUE RIPARTONO: DATE, SEDI E TUTTI I DETTAGLI DELLE DUE COMPETIZIONI

Champions ed Europa League ripartono: date, sedi e tutti i dettagli delle due competizioniIl Comitato Esecutivo della UEFA ha finalmente preso delle decisioni e comunicato le linee guida generali per ciò che concerne le competizioni europee. Il mondo del calcio, con la ripresa dei principali campionati (almeno la maggior...

IL PRESIDENTE DEL GETAFE: "IL GOVERNO HA DETTO CHE NON SI PUÒ VIAGGIARE, NON LO FAREMO"

Il presidente del Getafe: "Il Governo ha detto che non si può viaggiare, non lo faremo"“Non viaggeremo, non andremo a Milano. Prima di tutto la salute. Questa partita domani non la giocheremo”. Così il presidente del Getafe, Angel Torres in vista della partita di domani contro l’Inter. “Il...

ZINEDINE ZIDANE, DAI SUCCESSI IN CAMPO ALLA STORIA SULLA PANCHINA DEL REAL

Zinedine Zidane, dai successi in campo alla storia sulla panchina del RealÈ considerato, al pari di Michel Platini, uno dei migliori calciatori francesi di sempre. In patria e non solo. Nato a Marsiglia, gli esordi calcistici sono da ricondurre a Cannes, club con cui un giovane Zidane esordì nel...