eurochampions.it
Domenica 31 maggio 2020                     
Chi sono Haaland e Szoboszlai: le due giovani stelle del Salisburgo che sta sera sfidano il Napoli

Chi sono Haaland e Szoboszlai: le due giovani stelle del Salisburgo che sta sera sfidano il Napoli

 di Redazione Eurochampions   Vedi letture

Uno piace alla Juventus, al Napoli, al Liverpool, al Real Madrid, a mezza Europa. L’altro sempre alla Juventus, e al Napoli, poi alla Lazio, all’Atalanta . Nono sono gemelli, sono coetanei, probabilmente hanno fatto dormire un sonno inquieto a qualche giocatore del Napoli, che stasera alle 21 sfiderà il Red Bull Salisburgo in Champions League. 

Parliamo di Erling Braut Håland e Dominik Szoboszlai. A proposito: il primo si traslittera preferibilmente con due a, il secondi si pronuncia sobozlai. Dovremo abituarci, a scriverne e a parlarne. Perché i due ragazzi terribili classe 2000 hanno tutta l’intenzione di restarci, nel calcio che conta. 

Il più giovane di sempre a segnare una tripletta in Champions. I numeri di Haland sono qualcosa di impressionante. In questa stagione, oltre al record di cui sopra, ha segnato 18 gol in 12 partite. Il campionato austriaco è quel che è, ma la tripletta da primato non l’ha segnata in misconosciuto stadio nei dintorni di Linsk, bensì ad Anfield. Trovatelo, un altro così. Per la cronaca, al mondiale U-20 ha segnato 9 gol. Tutti nella stessa partita.

Dominik Szoboszlai non ha gli stessi numeri dalla sua. Questione di ruolo, anzitutto. Giocava da centrale o da trequartista, Marsch lo sta schierando soprattutto come esterno sinistro. Tornando alla posizione in campo, è un calciatore meno definito di Haaland, che fa il centravanti e risolve così la questione. Però è già finito, letteralmente, sulla lista della spesa della Juventus: era uno dei nomi sul celebre foglietto dimenticato da Fabio Paraticiin un ristorante milanese. Per la cronaca, la voce a lui dedicata recitava 10 milioni + prestito. Ricorda un po’ il primo Hamsik, con meno quantità e un po’ di tecnica in più, o viceversa un Boban con più quantità e meno tecnica. Dove potrà andare a giocare lo deciderà soltanto lui. Sia in termini di zolla preferita, che di formazione. In Ungheria sono convinti che il suo futuro sarà in Serie A (25 milioni complessivi). Nell’immediato sicuramente sì, ma come avversario. 

Guidano una nidiata pazzesca. Quel che colpisce del Salisburgo, al di là della potenza (economica e tecnica) della Red Bull, è la quantità di talento che il tecnico statunitense può schierare. Stasera contro il Napoli dovrà scegliere tra un classe ’96 (Hwang) e un classe ’98 (Daka) per affiancare Haaland: entrambi hanno già contribuito rispettivamente a 11 e 10 marcature stagionali della squadra. In difesa Maximilian Wöber è un altro ’98 che ragiona come un veterano, e Ramalho (’92, ok, ma da noi sarebbe ancora giovane) sembra quasi un vecchio arnese lì in mezzo. A centrocampo c’è un ballottaggio tra Mwepu (’98) e Ashimeru (’97), Minamino è un altro che sembra giocare da sempre ma ha appena 24 anni. L’età media della rosa supera di poco i 23 anni. Nel caso del Napoli, siamo a 27. Chi correrà di più?


Altre notizie - Approfondimenti
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

FINO A QUANDO LA UEFA POTRÀ IGNORARE L'EMERGENZA CORONAVIRUS?

Fino a quando la UEFA potrà ignorare l'emergenza Coronavirus?Non facciamoci maestri, perché anche noi fino a dieci giorni fa abbiamo provato a fare la stessa cosa. Abbiamo provato a girarci dall'altro lato - a non guardare l'emergenza sanitaria che ci stava venendo incontro come un tir...

JUPILER PRO LEAGUE PIONIERISTICA AI TEMPI DEL VIRUS. MA LA STRADA BELGA È COMPLESSA PER L'ITALIA

Jupiler Pro League pionieristica ai tempi del virus. Ma la strada belga è complessa per l'ItaliaNel pomeriggio ha fatto scalpore la decisione della Federazione belga. E in fondo non potrebbe essere altrimenti, visti i tempi e le modalità di discussione proprie del nostro calcio. “Avviso della Jupiler Pro League....

IL PRESIDENTE DEL GETAFE: "IL GOVERNO HA DETTO CHE NON SI PUÒ VIAGGIARE, NON LO FAREMO"

Il presidente del Getafe: "Il Governo ha detto che non si può viaggiare, non lo faremo"“Non viaggeremo, non andremo a Milano. Prima di tutto la salute. Questa partita domani non la giocheremo”. Così il presidente del Getafe, Angel Torres in vista della partita di domani contro l’Inter. “Il...

I PRIMI 50 ANNI DEL CHOLO: DALL'ESORDIO IN A AL PISA A LEGGENDA ALL'ATLÉTICO

I primi 50 anni del Cholo: dall'esordio in A al Pisa a leggenda all'AtléticoDiego Simeone compie oggi 50 anni. Il Cholo è diventato in questi anni il tecnico più vincente della storia dell'Atlético Madrid, portando a casa uno storico campionato nel 2013-14, in un'era dove...