eurochampions.it
Martedì 02 giugno 2020                     
Il Bayern fa fuori Muller: a Monaco non c'è più spazio per il tedesco. Ecco il perché

Il Bayern fa fuori Muller: a Monaco non c'è più spazio per il tedesco. Ecco il perché

 di Stefano Pontoni Twitter:    Vedi letture

Che fine ha fatto Thomas Muller? Se lo chiedono in molti al Bayern. Il tedesco, che per anni è stato una colonna portante dei bavaresi e della nazionale tedesca, è sparito dai radar. Prestazioni sottotono, numeri in netto calo rispetto alle stagioni precedenti, gli hanno fatto perdere prima la fiducia del ct Low e poi il posto in squadra. Kovac, dopo aver provato in vari modi a rivitalizzarlo, sembra essere intenzionato a relegarlo in panchina, soprattutto ora che a Monaco è arrivato un certo Coutinho. 

Ben lontane per Muller le stagioni d'oro con Guardiola, quando metteva a segno gol a ripetizione ed era considerato dal club un elemento imprescindibile. Il calo drastico è sotto gli occhi di tutti e i dirigenti bavaresi non sembrano essere disposti a concedergli altro tempo: al sua avventura al Bayern sembra essere arrivata al capolinea. Per questo motivi le voci di una cessione già in questa estate si fanno più frequenti. Diversi sarebbero i club interessati a dargli una nuova chance, d'altronde stiamo parlando pur sempre di un giocatore che in carriera ha vinto tutto e che non ha ancora compiuto trent'anni. 

Non il Bayern però. Kovac, e la società, hanno deciso di puntare tutto sul talento brasiliano arrivato dal Barcellona. Il tecnico croato ha pronto un 4-2-3-1 in grado di esaltare le sue qualità: Coman e Gnabry (o Perisic) giocheranno larghi, Lewandowski sarà l'unica punta e Coutinho si muoverà dietro al polacco. In questo modulo non c'è spazio per Muller. 

Da bandiera ad esubero, è cambiato tutto in un'estate: il Bayern non ha più bisogno di Thomas Muller.


Altre notizie - Approfondimenti
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

FINO A QUANDO LA UEFA POTRÀ IGNORARE L'EMERGENZA CORONAVIRUS?

Fino a quando la UEFA potrà ignorare l'emergenza Coronavirus?Non facciamoci maestri, perché anche noi fino a dieci giorni fa abbiamo provato a fare la stessa cosa. Abbiamo provato a girarci dall'altro lato - a non guardare l'emergenza sanitaria che ci stava venendo incontro come un tir...

JUPILER PRO LEAGUE PIONIERISTICA AI TEMPI DEL VIRUS. MA LA STRADA BELGA È COMPLESSA PER L'ITALIA

Jupiler Pro League pionieristica ai tempi del virus. Ma la strada belga è complessa per l'ItaliaNel pomeriggio ha fatto scalpore la decisione della Federazione belga. E in fondo non potrebbe essere altrimenti, visti i tempi e le modalità di discussione proprie del nostro calcio. “Avviso della Jupiler Pro League....

IL PRESIDENTE DEL GETAFE: "IL GOVERNO HA DETTO CHE NON SI PUÒ VIAGGIARE, NON LO FAREMO"

Il presidente del Getafe: "Il Governo ha detto che non si può viaggiare, non lo faremo"“Non viaggeremo, non andremo a Milano. Prima di tutto la salute. Questa partita domani non la giocheremo”. Così il presidente del Getafe, Angel Torres in vista della partita di domani contro l’Inter. “Il...

I PRIMI 50 ANNI DEL CHOLO: DALL'ESORDIO IN A AL PISA A LEGGENDA ALL'ATLÉTICO

I primi 50 anni del Cholo: dall'esordio in A al Pisa a leggenda all'AtléticoDiego Simeone compie oggi 50 anni. Il Cholo è diventato in questi anni il tecnico più vincente della storia dell'Atlético Madrid, portando a casa uno storico campionato nel 2013-14, in un'era dove...