eurochampions.it
Mercoledì 05 agosto 2020                     
Lione-Juventus 1-0, <i>LE PAGELLE</i>: francesi perfetti, crollano i bianconeri

Lione-Juventus 1-0, LE PAGELLE: francesi perfetti, crollano i bianconeri

 di Redazione Eurochampions   Vedi letture

Una serata da incubo per la Juventus, dove crolla il castello del Sarrismo, dove la filosofia è vuota, dove la strategia è vana. Dove il sogno si trasforma in tregedia, con il Lione che non è una corazzata ma che riesce a vincere 1-0 contro la Vecchia Signora. Che ha i sintomi di una squadra in difficoltà, psicologica, tattica, tecnica. Dove Maurizio Sarri è destinato a finire sul banco degli imputati, insieme a Rabiot, Alex Sandro e via discorrendo. Ma il tecnico più d'ogni altro, dopo la notte del Groupama.

LIONE

Lopes 6 - Non viene sollecitato molto dall’attacco bianconero, gara tutto sommato attenta senza sussulti.

Denayer 6,5 - Ronaldo non è un cliente per niente facile, ma riesce a contenerlo con le sbavature che un giocatore come il portoghese comporta.

Marcelo 6,5 - Si fa sempre trovare pronto al centro dell’area sui traversoni che arrivano dal fondo.

Marçal 7 - Un gigante nonostante l’altezza. Non fa mai passare l’avversario di turno, stringendo bene e scegliendo in maniera precisa il tempo dell’anticipo.

Dubois 6,5 - Un solo rischio nel finale di primo tempo quando si fa sorprendere da Ronaldo. Per il resto una presenza costante nella metà campo della Juventus liberandosi spesso al cross (Dal 78’ Tete sv).

Tousart 7 - Da uno dei suoi tanti inserimenti verso l’area di rigore nasce la rete del vantaggio del Lione con un tocco sporco.

Bruno Guimaraes 6,5 - Nasce come giocatore di equilibrio ma questa sera orchestra l’azione in mezzo al campo giocando sempre corto al compagno più vicino. Rischia tantissimo su Dybala nel finale.

Aouar 7 - La sua personalità sta tutta nel tunnel che fa a Dybala nel primo tempo. Motore della squadra di Garcia con i suoi inserimenti e la sua qualità, a tratti incontenibile. Suo l’assist per il vantaggio di Tousart

Cornet 6,5 - Dalla sua fascia nascono i pericoli più importanti per la retroguardia bianconera. Cerca sempre la giocata mandando in difficoltà Cuadrado e Danilo (Dall’83’ Andersen sv).

Ekambi 7 - Scalfisce la traversa con un delicato tocco di testa nel primo tempo. E’ sempre pericoloso quando si libera al tiro e fa un grande lavoro per la squadra (Dal 66’ Terrier 6 - Entra bene in campo, cerca di rompere l’azione della Juventus e di far ripartire la squadra).

Dembélé 6 - Tiene impegnata la retroguardia della Juventus con il suo fisico. Gioca molto per i compagni, gli manca solo il gol.

JUVENTUS

Szczeszny 6 - Totalmente incolpevole sul gol di Tousart, così come lo era in precedenza sulla traversa di Toko Ekambi. Una serata da involontario spettatore di un disastro.

Danilo 5 Cornet corre e rincorre, lui e Cuadrado faticano anche nel raddoppio. Nella ripresa prova semmai a spingere e a farsi sentire davanti ma con risultati lampeggianti. Verso il rosso.

Bonucci 5 Nella conferenza stampa della vigilia, mari e monti. La nostalgia di Chiellini però si manifesta in campo, e nel gol è pure nostalgia di De Ligt che era fuori a farsi curare. Una nottata da incubo anche per il leader, che a Lione non lo è stato.

De Ligt 6 Il gol del Lione arriva quando è una maschera di sangue, quando è a bordo campo, fasciato come in trincea. E la Juventus perde una battaglia.

Alex Sandro 4 Una cascata d'errori, una dopo l'altra. In difesa, in attacco, col sinistro, col destro. Cerca improbabili sombreri, ma altro che tanto di cappello. Lione non val bene una festa, è una delle peggiori prestazioni della sua storia recente.

Bentancur 5.5 Morbido come un formaggio francese in occasione di Aouar che passa come un grissino, per il resto della gara non ha quella gamba che Sarri gli chiedeva nella vigilia. Fuori Pjanic va a fare il regista, il film non sfonda ma almeno cresce con la responsabilità del ciak.

Pjanic 4.5 Continua a non essere il centro gravitazionale che Maurizio Sarri avrebbe voluto. La condizione non era ottimale ma nella prestazione viene esaltato all'ennesima potenza. Piccolissimo principe. (dal 61' Ramsey 6 Quanto meno prova ad accendere la scintilla, Principino di Galles, lui maiuscolo. )

Rabiot 4 Le attese, i fischi, i fiaschi. Adrien Rabiot resta uno dei grandi dilemmi della stagione della Juventus, acquistato dopo una lunga corsa, parametro zero con annesse commissioni. Chi ringrazia per ora è solo il suo conto in banca. (dal 78' Bernardeschi sv)

Cuadrado 5 Allarga il gioco dove il Lione lascia praterie perché si chiude a riccio in mezzo. Sia nei tre che da ala nei quattro risulta mai incisivo. Insufficiente in entrambe le fasi. (dal 70' Higuain 5.5 Si mangia un gol, ma il destro di rincorsa era strozzato e non viene soffocato solo il suo grido di gioia. Dentro lui, però, l'area del Lione si è riempita. I centravanti servono a quello ma la Juventus ne ha solo uno)

Dybala 5 Non è centravanti e si vede. E' individualista ed è noto. Il suo voto arriva più per colpe e responsabilità di Maurizio Sarri che della Joya. Snaturato tatticamente, imbrigliato, ha l'istinto del dieci ma così facendo lascia l'area sguarnita. Per vizio, più che per virtù.

Cristiano Ronaldo 5.5 Ci prova. Nel primo tempo dà la sensazione d'essere il solito diesel d'Europa. Però nella seconda frazione non si accende e se la Juventus è a zero tiri nello specchio c'è anche del suo.


Altre notizie - Champions League
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

JUVE: DYBALA SI, DYBALA NO? RIUSCIRÀ A RECUPERARE DALL’INFORTUNIO?

Juve: Dybala si, Dybala no? Riuscirà a recuperare dall’infortunio? : Essere decisivi conta nel calcio? Si, se una gara risulta da dentro o fuori. Juventus-Lione lo è sotto tutti i punti di vista. Come ha ribadito Andrea Agnelli, “questa stagione è stata davvero particolare, e vincere...

CHAMPIONS ED EUROPA LEAGUE RIPARTONO: DATE, SEDI E TUTTI I DETTAGLI DELLE DUE COMPETIZIONI

Champions ed Europa League ripartono: date, sedi e tutti i dettagli delle due competizioniIl Comitato Esecutivo della UEFA ha finalmente preso delle decisioni e comunicato le linee guida generali per ciò che concerne le competizioni europee. Il mondo del calcio, con la ripresa dei principali campionati (almeno la maggior...

IL PRESIDENTE DEL GETAFE: "IL GOVERNO HA DETTO CHE NON SI PUÒ VIAGGIARE, NON LO FAREMO"

Il presidente del Getafe: "Il Governo ha detto che non si può viaggiare, non lo faremo"“Non viaggeremo, non andremo a Milano. Prima di tutto la salute. Questa partita domani non la giocheremo”. Così il presidente del Getafe, Angel Torres in vista della partita di domani contro l’Inter. “Il...

DANILO, L'UOMO DELLE COPPE, È UNO DEI GIOCATORI PIÙ VINCENTI DELLA STORIA

Danilo, l'uomo delle coppe, è uno dei giocatori più vincenti della storiaDanilo, terzino bianconero, ex Manchester City e Real Madrid, ha fatto la storia del calcio mondiale vincendo le competizioni più ambite.