eurochampions.it
Mercoledì 20 gennaio 2021                     
Dopo la grande impresa, seconda vittoria consecutiva in campionato. Il segreto? Tenere alta la concentrazione.

Dopo la grande impresa, seconda vittoria consecutiva in campionato. Il segreto? Tenere alta la concentrazione.

© foto di www.imagephotoagency.it
 di Salvo Campana   Vedi letture

Dopo la grande prestazione di Barcellona, conquistando il primo posto in Champions, c’è un “piccolo ragazzino” che ancora colleziona record su record. 100 partite, 30 goal nell’anno solare. Ronaldo? un fenomeno. A Genova, una gara trascorsa per tutti i 93 minuti con una pressione alta di tutta la squadra davvero importante. Poco precisi però sotto porta, soprattutto nel primo tempo. Infatti, dopo tanti calci d’angolo conquistati con tanta voglia di ottenere i 3 punti, la squadra bianconera veniva premiata nella ripresa, con un bel goal del ritrovato Dybala. L’argentino si è mosso bene a tutto campo, spostandosi sulle due fasce e andandosi spesso a prendere palla anche a centrocampo, smistando tanti palloni per i compagni. L’unico neo di tutta la squadra: aver preso il goal del pareggio dopo pochi minuti del vantaggio, sull’unica azione del Genoa. Se si vuole puntare allo scudetto non si possono concedere palle del genere ad una squadra inferiore come il grifone, allentando la presa dovuta ad un calo di concentrazione, non seguendo i movimenti degli avversari in fase di copertura (2 contro uno sul cross dei nostri avversari). Questa è una situazione che mister Pirlo dovrà lavorare in settimana soprattutto a livello mentale. La crescita del gruppo è evidente. Come è evidente la presenza indispensabile di McKennie a centrocampo e del solito Cuadrado, che anche stasera ha partecipato alla conquista dei 3 punti procurandosi il rigore per l’1-2 dei bianconeri. La forza di questa squadra è che non ha un modulo predefinito e uno schema ben preciso. C'è un modello di gioco che a turno è proposto dai vari attori in campo con moduli differenti nel corso dei 90 minuti. La riaggressione e la linea difensiva alta, sono i dettami tattici di Pirlo che lavora per questa metodologia. Ecco il suo segreto principale. Stasera la migliore partita di Bentancur, capace di smistare palloni e di intervenire in fase di interdizione. Bellissimo l’abbraccio di Dybala, dopo il suo goal, a mister Pirlo. Questi sono segni di un gruppo compatto e unito.


Altre notizie - Editoriale
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

UNA JUVE SENZA FAME E SENZA GRINTA. UNA DELLE PIÙ BRUTTE SCONFITTE DI QUESTI ANNI

Una Juve senza fame e senza grinta. Una delle più brutte sconfitte di questi anniCi sono voluti 1582 giorni per una sconfitta così netta della Juventus contro la squadra milanese. Quando il primo tiro in porta lo si effettua all’86 minuto con Chiesa, vuol dire che non ha funzionato niente. Nulla è...

TRAGEDIA IN FRANCIA, MUORE IN CAMPO CHRISTOPHER MABOULOU

Tragedia in Francia, muore in campo Christopher MaboulouIl giocatore è morto per un arresto cardiaco mentre era in campo

INTER: VIA CONTE, ARRIVA ALLEGRI

Inter: via Conte, arriva AllegriSembra finita qui la storia tra Antonio Conte e l' Inter. Da indiscrezioni infatti sembrerebbe ormai certo l'addio del tecnico , con una buonuscita di 7 milioni. Conte starebbe cosi un anno fermo per poi riapprodare in nazionale al...

VERSO UN CALCIO PIÙ GLOBALE,INFANTINO ANNUNCIA UNA RIVOLUZIONE.

Verso un calcio più globale,Infantino annuncia una rivoluzione. Se ne parla da anni, ma adesso sembrano esserci idee più concrete per quanto riguarda una rielaborazione delle coppe internazionali sia per club che per nazionali. Gianni Infantino,attuale presidente FIFA, in occasione...