eurochampions.it
Martedì 02 giugno 2020                     
In Europa è ancora una volta <i>crisi Italia</i>

In Europa è ancora una volta crisi Italia

© foto di Insidefoto/Image Sport
 di redazione Eurochampions   Vedi letture
Fonte: di Marco Conterio

Certe serate, certi turni d'Europa, servono a guardarsi dentro. L'Inghilterra fino a qualche anno fa sembrava pronta a una nuova crisi, con le grandi che nelle Coppe stentavano. Quest'anno rischiamo una doppia finale tutta britannica, se il campo lo vorrà: Liverpool-Tottenham e Arsenal-Chelsea. Dal divano, l'Italia assisterà affascinata ma rammaricata. Triste. E la luce in fondo al tunnel è sempre una, una soltanto. I giovani. Roberto Mancini prova a indicare la via, pure a forzarla: Nicolò Zaniolo, poi Moise Kean. Il talento merita un premio, ecco la semplice ma vera filosofia del commissario tecnico azzurro. Ma in Serie A, è davvero così? Tuttomercatoweb.com ha stilato di recente la classifica dei migliori cento giovani d'Italia nati dopo il 1 gennaio del 1998. Per dire: Kylian Mbappé e Houssem Aouar sono di quell'anno. Matthijs de Ligt e Kai Havertz del 1999. Jadon Sancho del 2000. Giusto per citarne alcuni, s'intende: nei migliori italiani ci sono Gianluigi Donnarumma, che è titolare nel Milan, e Nicolò Zaniolo, che lo è della Roma. Nella top five, poi: Moise Kean, considerato imberbe per una maglia nella Juventus. Patrick Cutrone, riserva di Krysztof Piatek in rossonero. Ma questo può starci, se ragioniamo di big. Il problema è dal quinto posto in poi: Manuel Locatelli gioca e non gioca nel Sassuolo. Alessandro Bastoni ha perso il posto nel Parma, Andrea Pinamonti sgomita per quello nel Frosinone e Claud Adjapong per uno nel Sassuolo. Della top ten italiana, solo Sandro Tonali e Luca Pellegrini sono titolari, uno nel Brescia e l'altro nel Cagliari ma da gennaio dopo tanto settore giovanile. Il punto sta tutto qui. Nelle occasioni, nel minutaggio. Nelle possibilità. L'Italia non ne concede e se l'Ajax è modello sin troppo estremo, c'è da riflettere quando si vedono i nomi di questi ragazzi. Possibile che Pellegrini non meritasse spazio, nella Roma? Tonali gioca ancora a Brescia perché costa troppo, per le richieste di Cellino, e perché in A non hanno il coraggio di dargli subito una maglia da titolare. E questi sono solo i migliori dieci, dopo ci sono ragazzi di grandissime speranze ma giocano tutti o quasi nelle categorie inferiori o in Primavera. Certe serate d'Europa facciano riflettere. Anche su questo.


Altre notizie - Editoriale
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

FINO A QUANDO LA UEFA POTRÀ IGNORARE L'EMERGENZA CORONAVIRUS?

Fino a quando la UEFA potrà ignorare l'emergenza Coronavirus?Non facciamoci maestri, perché anche noi fino a dieci giorni fa abbiamo provato a fare la stessa cosa. Abbiamo provato a girarci dall'altro lato - a non guardare l'emergenza sanitaria che ci stava venendo incontro come un tir...

JUPILER PRO LEAGUE PIONIERISTICA AI TEMPI DEL VIRUS. MA LA STRADA BELGA È COMPLESSA PER L'ITALIA

Jupiler Pro League pionieristica ai tempi del virus. Ma la strada belga è complessa per l'ItaliaNel pomeriggio ha fatto scalpore la decisione della Federazione belga. E in fondo non potrebbe essere altrimenti, visti i tempi e le modalità di discussione proprie del nostro calcio. “Avviso della Jupiler Pro League....

IL PRESIDENTE DEL GETAFE: "IL GOVERNO HA DETTO CHE NON SI PUÒ VIAGGIARE, NON LO FAREMO"

Il presidente del Getafe: "Il Governo ha detto che non si può viaggiare, non lo faremo"“Non viaggeremo, non andremo a Milano. Prima di tutto la salute. Questa partita domani non la giocheremo”. Così il presidente del Getafe, Angel Torres in vista della partita di domani contro l’Inter. “Il...

I PRIMI 50 ANNI DEL CHOLO: DALL'ESORDIO IN A AL PISA A LEGGENDA ALL'ATLÉTICO

I primi 50 anni del Cholo: dall'esordio in A al Pisa a leggenda all'AtléticoDiego Simeone compie oggi 50 anni. Il Cholo è diventato in questi anni il tecnico più vincente della storia dell'Atlético Madrid, portando a casa uno storico campionato nel 2013-14, in un'era dove...