eurochampions.it
Sabato 05 dicembre 2020                     
Juve: dalla sconfitta in Champions, alle gustose “Spezie” domenicali.

Juve: dalla sconfitta in Champions, alle gustose “Spezie” domenicali.

© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
 di Salvo Campana   Vedi letture

C’è una grande differenza tra le due partite di questa settimana. Il Barcellona, una squadra forte, con esperienza e tecnica sopraffina, in cui la squadra di Pirlo ha avuto tante difficoltà di approccio alla gara, grazie anche all’assenza di Ronaldo. E Lo Spezia, altra squadra di categoria inferiore rispetto alle normali squadre di serie A (8 giocatori che provengono dalla serie B), in cui la squadra bianconera ha avuto la meglio. Quando hai un fuoriclasse come Ronaldo che entra nella ripresa e in 5 minuti ti risolve un match che stava diventando complicato, non è certamente un caso. Nel primo tempo una Juve sprecona, con una fase difensiva altalenante, subendo il pareggio. Nella ripresa, dopo l’entrata di Cr7, risultato in cassaforte e finalmente 3 punti importanti, al di là del gioco o della prestazione in generale. Il centrocampo più sicuro, con Arthur che toccava un’infinità di palloni e un McKenny a tutto campo che si inseriva facilmente anche in fase offensiva. Lunga vita a Cuadrado sempre imprescindibile ed a Morata, sempre attivo alla partecipazione del gioco e alla manovra d’attacco. Manca ancora la famosa riaggressione che mister Pirlo cerca e vuole dalla sua squadra, ma anche in questo ci vorrà del tempo per acquisire certi meccanismi. Non è la gara contro lo Spezia che si possono tirare delle conclusioni o dei giudizi, perché la squadra ligure ovviamente non può essere paragonata ad una squadra di blasone o di livello. Bisognerà attendere. Già domenica prossima contro la Lazio sarà un test più probante e più attendibile nei giudizi (ancora di più della gara che affronterà la Juve mercoledì contro il Ferencvaros). Oggi l’arbitro Abisso non era al var ed è stato più obiettivo rispetto a quando si sposta dietro la macchina. Almeno non ha fatto dei danni irreparabili come le precedenti uscite.


Altre notizie - Editoriale
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

LE “PICCOLE” FRENANO LA GRANDE. CONTRO IL BENEVENTO, SI CONSUMA LA FRAGILITÀ CARATTERIALE.

Le “piccole” frenano la grande. Contro il Benevento, si consuma la fragilità caratteriale. Non è una marcia scudetto per il momento quella della squadra bianconera.  5 pareggi, dove con Crotone, Verona e Benevento la squadra di Pirlo poteva e doveva assolutamente portare a casa il bottino pieno. Negli anni passati, i...

IL “SAN PAOLO” SARÀ DEDICATO AD DIEGO ARMANDO MARADONA

Il “San Paolo” sarà dedicato ad Diego Armando MaradonaLe parole della presidente della Commissione Toponomastica, Laura Bismuto.

INTER: VIA CONTE, ARRIVA ALLEGRI

Inter: via Conte, arriva AllegriSembra finita qui la storia tra Antonio Conte e l' Inter. Da indiscrezioni infatti sembrerebbe ormai certo l'addio del tecnico , con una buonuscita di 7 milioni. Conte starebbe cosi un anno fermo per poi riapprodare in nazionale al...

GERD MUELLER, EX ATTACCANTE DEL BAYERN E DELLA NAZIONALE, HA L'ALZHEIMER

Gerd Mueller, ex attaccante del Bayern e della nazionale, ha l'AlzheimerLa moglie Uschi ha voluto aggiornare i tifosi al riguardo dello stato di salute del marito al giornale tedesco Bild. È in casa di riposo e sta bene