eurochampions.it
Lunedì 19 aprile 2021                     
TMW Radio
Juve, una vittoria importante. Adesso bisognerà essere concentrati per i prossimi scontri diretti

Juve, una vittoria importante. Adesso bisognerà essere concentrati per i prossimi scontri diretti

© foto di www.imagephotoagency.it
 di Salvo Campana   Vedi letture

Vittoria nel segno del solito Cristiano Ronaldo. 18 goal in stagione (14 in campionato), sempre cinico e mai fuori dal gioco. Leader assoluto, dopo essere stato premiato come miglior giocatore del secolo. 10 anni fa qualche tifoso juventino si sarebbe sognato un acquisto del genere, continuando oggi a sminuire ciò che questa società sta facendo. Calo di tensione e poca concentrazione. Sono queste le due pecche maggiori di questa squadra anche contro l’Udinese. Infatti non è stato un caso che ad inizio gara i giocatori non correvano, arrivavano in ritardo sul pallone, pressando poco e concedendo molto. Situazione mentale in negativo abbastanza evidente. Ci è voluto il solito Cristiano Ronaldo, su un recupero palla di Ramsey a sbloccare il tutto. Da quel momento fino al 3-0, la squadra si muoveva bene sia dal punto di vista tattico che mentale. Squadra più corta e soprattutto ben organizzata nel recupero palla e nel pressing. Mister Pirlo ha le idee abbastanza chiare. Giocatori ormai ben definiti nelle proprie posizioni con altrettanti cambi già previsti e scelti in base alla gara che si va ad affrontare. Ci voleva il goal di Dybala perché bisognerà recuperare al più presto un giocatore fondamentale per la Juventus. Caso Rabiot? Ma quale caso! Qui la società si è coperta per una norma contraddittoria del codice di giustizia sportiva. Per non rischiare nulla, si è preferito lasciarlo a riposo per due turni e non uno, per non incappare in eventuali sanzioni. Ma alcuni tifosi pensano e dicono altro. Già abbiamo visto cosa hanno combinato le regole dello Statuto della Figc in contraddizione alla regola dello Statuto del Coni, che ha permesso al Napoli di andare in appello al Collegio di Garanzia del Coni, ribaltando in maniera clamorosa una sentenza già annunciata da tempo. Giustamente la Juve non si è fidata sul caso Rabiot per delle regole scellerate e contraddittorie. Adesso bisognerà vincere a Milano per accorciare la classifica, (difficilmente potrà recuperare Morata) perché gli scontri diretti contro il Milan e l’altra squadra di Milano saranno determinanti e fondamentali.


Altre notizie - Editoriale
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

JUVE: CHI NON OSA NON VINCE. ADESSO SI RISCHIA TANTO PER LA QUALIFICAZIONE IN CHAMPIONS

Juve: chi non osa non vince. Adesso si rischia tanto per la qualificazione in ChampionsQuest’anno ormai sta diventando un film già visto in ogni gara. Con qualsiasi squadra la Juventus giochi, il copione è sempre lo stesso. Inizio buono, con grande possesso palla, con fraseggi e passaggi corti, ma sempre...

BAYERN MONACO, MÜLLER POSITIVO AL CORONAVIRUS

Bayern Monaco, Müller positivo al CoronavirusSalterà la finale del Mondiale per Club

INTER: VIA CONTE, ARRIVA ALLEGRI

Inter: via Conte, arriva AllegriSembra finita qui la storia tra Antonio Conte e l' Inter. Da indiscrezioni infatti sembrerebbe ormai certo l'addio del tecnico , con una buonuscita di 7 milioni. Conte starebbe cosi un anno fermo per poi riapprodare in nazionale al...

VERSO UN CALCIO PIÙ GLOBALE,INFANTINO ANNUNCIA UNA RIVOLUZIONE.

Verso un calcio più globale,Infantino annuncia una rivoluzione. Se ne parla da anni, ma adesso sembrano esserci idee più concrete per quanto riguarda una rielaborazione delle coppe internazionali sia per club che per nazionali. Gianni Infantino,attuale presidente FIFA, in occasione...