eurochampions.it
Mercoledì 27 maggio 2020                     

Un'impresa storica

 di Redazione Eurochampions   Vedi letture

Non c'è altro modo per parlare dell'Atalanta che stasera ha abbattuto lo Shakhtar Donetsk a Kharkiv. Una impresa che resterà nella storia, perché alla prima partecipazione i nerazzurri riescono, dopo tre partite perse, a passare un girone che sembrava stritolarli. Undici gol presi in tre partite, solamente due fatti, con lo spauracchio Manchester City da affrontare in casa, a San Siro. L'uno a uno finale lasciava l'amaro in bocca, perché dall'espulsione di Claudio Bravo, a cinque dalla fine, non si era praticamente più giocato. Però lo Shakhtar che pareggiava al novantottesimo con la Dinamo, per una gomitata subita da Pyatov, lascia ancor seppur minime speranze.

Contro Dinamo e Shakhtar sono arrivati cinque gol fatti e zero subiti, per una difesa che solitamente concede molto. E lo hanno fatto senza Ilicic e Zapata, questa sera, nel gelo di Kharkiv. Poi Toloi squalificato e Kjaer che, probabilmente, è un nuovo caso Skrtel: il danese resterà? Non è dato sapere, almeno per ora, perché Gasperini ha giocato in difesa, parlando delle tante decisioni arbitrali che non gli sono andate bene nell'ultimo periodo, l'ultima quella con l'Hellas Verona. Però il fato e il dio del calcio dà e toglie: così Muriel, ammonito per un fallo che non era suo, ha rischiato l'espulsione appena prima dell'episodio che gira la partita, cioè l'1-0.

Una piccola parte di questa impresa è anche di Pep Guardiola che aveva elogiato Gasperini, lo aveva chiamato dopo l'esonero, salvo poi dargli cinque palloni al City of Manchester. Gli Skyblues hanno fatto il loro dovere contro la Dinamo Zagabria, con un Gabriel Jesus in formissima e una formazione piena di stelle, ma anche di riserve. L'impresa storica, quindi, arriva anche in parte grazie a un "bresciano", visto il rapporto che Guardiola ha con la città della Leonessa d'Italia. E anche questo è un qualcosa di storico.


Altre notizie - Editoriale
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

FINO A QUANDO LA UEFA POTRÀ IGNORARE L'EMERGENZA CORONAVIRUS?

Fino a quando la UEFA potrà ignorare l'emergenza Coronavirus?Non facciamoci maestri, perché anche noi fino a dieci giorni fa abbiamo provato a fare la stessa cosa. Abbiamo provato a girarci dall'altro lato - a non guardare l'emergenza sanitaria che ci stava venendo incontro come un tir...

JUPILER PRO LEAGUE PIONIERISTICA AI TEMPI DEL VIRUS. MA LA STRADA BELGA È COMPLESSA PER L'ITALIA

Jupiler Pro League pionieristica ai tempi del virus. Ma la strada belga è complessa per l'ItaliaNel pomeriggio ha fatto scalpore la decisione della Federazione belga. E in fondo non potrebbe essere altrimenti, visti i tempi e le modalità di discussione proprie del nostro calcio. “Avviso della Jupiler Pro League....

IL PRESIDENTE DEL GETAFE: "IL GOVERNO HA DETTO CHE NON SI PUÒ VIAGGIARE, NON LO FAREMO"

Il presidente del Getafe: "Il Governo ha detto che non si può viaggiare, non lo faremo"“Non viaggeremo, non andremo a Milano. Prima di tutto la salute. Questa partita domani non la giocheremo”. Così il presidente del Getafe, Angel Torres in vista della partita di domani contro l’Inter. “Il...

I PRIMI 50 ANNI DEL CHOLO: DALL'ESORDIO IN A AL PISA A LEGGENDA ALL'ATLÉTICO

I primi 50 anni del Cholo: dall'esordio in A al Pisa a leggenda all'AtléticoDiego Simeone compie oggi 50 anni. Il Cholo è diventato in questi anni il tecnico più vincente della storia dell'Atlético Madrid, portando a casa uno storico campionato nel 2013-14, in un'era dove...