La Juve travolge l'Atletico. 3 a 0 secco, remuntada completata e Simeone costretto a tornarsene a Madrid con la coda tra le gambe. Della straodinaria gara di ieri sera ne abbiamo parlato con un ex portiere juventino, Stefano Tacconi.

"Ronaldo è stato a dir poco mostruoso ma tutta la squadra ha giocato una partita straordinaria. La Juventus ha tirato fuori tutto il carattere, ha vinto la partita a livello mentale. Allegri l'ha preparata nel migliore dei modi, dimostrando a chi lo criticava, di essere un grande allenatore. Eliminare il colchoneros non era cosa facile, questo è stato un ottavo davvero ostico, non si poteva pescare un avversario peggiore. I calciatori hanno dato tutto, difendevano e attaccavano senza ruolo, c'è stato un sacrificio collettivo".

La prestazione degli spagnoli invece è stata assai deludente: "Irriconoscibili. Certo, quando la Juve ti schiaccia fai fatica ma le squadre di Simeone di solito lottano fino alla fine. Ieri sera invece non sono mai riusciti ad entrare in partita, si sono messi dietro in attesa del novantesimo. All'andata l'Atletico pareva tutta un'altra squadra, ieri invece parevano terrorizzati, non hanno avuto alcuna reazione. Sono rimasto assai deluso poi da Griezmann, non si è visto in campo".

Ronaldo è un vincente: "Anche più di Messi. Nelle finali l'argentino è sempre sottotono, Ronaldo lo abbiamo visto sempre alla grande. E' stato decisivo. Con lui i giocatori stanno dando il 30% in più. La Juve non poteva scegliere giocatore migliore per provare davvero a vincere la Champions".

Ora la Juventus è la grande favorita per la vittoria finale: "È finito il tempo delle spagnole, per i bianconeri è un buon segnale che il Real Madrid sia stato eliminato". 

Sezione: Esclusive / Data: Mer 13 marzo 2019 alle 14:49
Autore: Stefano Pontoni / Twitter: @PontoniStefano
Vedi letture
Print