eurochampions.it
Mercoledì 28 ottobre 2020                     
Andrea Pirlo :

Andrea Pirlo :"Centravanti? Siamo sereni, il mercato è lungo. Domani partita difficile''

 di Domenico Vulcano   Vedi letture

Andrea Pirlo oggi dall'Allianz Stadium ha presentato il mach casalingo di domani sera della sua Juventus contro la Sampdoria.

Come si sente per questa prima partita?

"Io sto bene, l'importante è che si sentano bene i ragazzi domani. Ho abbastanza giocatori a disposizione per giocare domani. Degli infortuni di Dybala e De Ligt sapevamo già a inizio stagione. Dybala sta recuperando, per De Ligt invece è un po' più lunga".

La partenza a livello tattico sarà la stessa del Novara?

"Abbiamo provato qualcosa col Novara e questa settimana anche altre soluzioni. Vediamo senza Alex Sandro che purtroppo si è fermato ieri cosa mettere, abbiamo possibilità domani vedremo".

Si aspettava di non avere il centravanti ?

"Lo stiamo aspettando tutti come ho detto anche domenica scorsa. Il mercato è lungo, ci sono problemi per qualsiasi squadra. Siamo sereni, non abbiamo fretta".

Ha parlato con Khedira come fatto con Higuain?

"Higuain ci aveva comunicato di volere andare via e abbiamo deciso di comune accordo velocemente. Khedira sta recuperando e non è ancora a disposizione, vedremo quando tornerà cosa fare".

Mercato aperto, discorso delle nazionali che hanno interrotto la preparazione e le poche amichevoli fatte. Quale fattore la preoccupa di più

"Non trovo problemi così gravi. Ci ha fatto comodo che i ragazzi sono andati in Nazionale perché almeno hanno messo minuti nelle gambe. Questo è stato un precampionato diverso dal solito ma sarà anche una stagione differente per tutti"

Qual è la certezza  e il dubbio più grande?

"Dubbi non ne ho. Alleno una squadra di campioni, questa è la certezza più grande che ho. Mi sono inserito benissimo in questo ambiente, la certezza è che alleno una squadra forte"

C'è qualche nuovo arrivo che vedi più pronto?

"Kulusevski e Pellegrini conoscono il campionato quindi sono più avanti. Arthur viene dalla Liga quindi ha bisogno di più tempo per ambientarsi bene e conoscere meglio sia gli allenamenti che il campionato, non siamo però qui per dare giudizi affrettati. Sono a disposizione come gli altri".

Cosa ci sarà di diverso rispetto all'anno scorso e cosa di simile?

"Io non sono qui per fare vedere cosa c'è di diverso rispetto all'anno scorso. Sarri aveva le sue idee e io ho le mie. In certe situazioni possono essere anche simili, io voglio avere la padronanza del gioco ad esempio che voleva avere anche lui. Non deve essere il concetto base la Juve di Pirlo diversa da quella di Sarri".

Come hai vissuto il fatto che si parlasse tanto di te in questo periodo?

"Mi fa piacere sentire i miei colleghi ed ex compagni che parlano bene di me e so che ci sono anche alcuni dubbiosi. Non mi cambia, l'importante è avere bene in testa le cose".

Che partita si aspetta domani?

Sarà una partita difficile. Loro verranno qua con due linee molto strette e dovremo essere bravi a trovare spazi per attaccarli. Dovremo fare attenzione alle ripartenze perché cercheranno di farle".

Che cosa si aspetta di vedere domani?

"Vorrei vedere quello che abbiamo preparato: padronanza del campo e ricerca continua della palla in fase di aggressione. Stiamo lavorando bene, ci vorrà tempo però vedo che già negli ultimi giorni qualcosa è entrato in testa".

Ci sono possibilità che sia Suarez l'attaccante della Juve?

"È difficile, guardando i tempi per il passaporto che saranno lunghi. È difficile che possa essere lui il centravanti della Juventus".

Pensi che Douglas Costa possa essere ancora protagonista?

"Lui è un giocatore forte che stiamo cercando di riportare nella migliore condizione in questo mese. Quando sarà al top ci darà una grossa mano"

In questo momento è meglio concentrarsi su un modulo senza centravanti?

"Si può giocare anche senza centravanti, stiamo pensando a qualcosa che possa far rendere anche gli altri giocatori offensivi che abbiamo"

Come va il rapporto con la vecchia guardia?

"Mi chiamano mister certo, si comportano da professionisti come è normale che sia".

Cosa dirai domani alla squadra?

"Non mi sono preparato ancora nulla, c'è tempo prima della partita. Inizia una stagione nuova, dobbiamo avere avere la voglia di raggiungere gli obiettivi prefissati. Sarà un discorso in cui dirò che dobbiamo partire bene per raggiungere nuovamente la vittoria del campionato".

Qual è la posizione migliore per Kulusevski?

"Può giocare ovunque. Lo stiamo provando in diverse posizioni, è una seconda punta che può giocare anche da esterno. Ha grossi margini di miglioramento e padronanza del corpo".

Considerata l'assenza di centravanti chi giocherà più centrale fra Ronaldo e Kulusevski?

"Nessuno dei due, cercheranno di muoversi guardando uno il movimento dell'altro. Ci saranno rotazioni per arrivare con più persone possibile in area di rigore".


Altre notizie - Serie A
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

JUVE: DALL’UCRAINA CON FURORE, A TORINO CON POCO ARDORE.

Juve: dall’Ucraina con furore, a Torino con poco ardore.E’ stata una settimana ricca di emozioni. Dai 3 punti di Kiev in Champions con un’ottima prestazione, al terzo pareggio consecutivo in campionato.  Erano 32 anni che il Verona non faceva punti a Torino. Primo tempo con poco...

JUVENTUS; VIOLATO ISOLAMENTO FIDUCIARIO DA ALCUNI GIOCATORI

Juventus; Violato isolamento fiduciario da alcuni giocatoriIl Covid-19 scatena ancora polemiche all'interno del gioco del calcio.Alcuni tesserati della Juventus hanno violato l'isolamento fiduciario imposto alla squadra da protocollo dopo che nei giorni scorsi due membri dello staff sono...

INTER: VIA CONTE, ARRIVA ALLEGRI

Inter: via Conte, arriva AllegriSembra finita qui la storia tra Antonio Conte e l' Inter. Da indiscrezioni infatti sembrerebbe ormai certo l'addio del tecnico , con una buonuscita di 7 milioni. Conte starebbe cosi un anno fermo per poi riapprodare in nazionale al...

DANILO, L'UOMO DELLE COPPE, È UNO DEI GIOCATORI PIÙ VINCENTI DELLA STORIA

Danilo, l'uomo delle coppe, è uno dei giocatori più vincenti della storiaDanilo, terzino bianconero, ex Manchester City e Real Madrid, ha fatto la storia del calcio mondiale vincendo le competizioni più ambite.