eurochampions.it
Lunedì 19 aprile 2021                     
TMW Radio
La Juventus sfida l'Atletico Madrid al Wanda Metropolitano: una vera bestia nera per la Vecchia Signora

La Juventus sfida l'Atletico Madrid al Wanda Metropolitano: una vera bestia nera per la Vecchia Signora

La Juventus esordisce questa sera in Champions League in casa dell'Atletico Madrid. I precedenti, in questa competizione, in Spagna, non sorridono ai bianconeri.
 di Andrea Lizzano   Vedi letture

Che sia al Vicente Calderón o il nuovo Wanda Metropolitano, la Juventus in casa dell'Atletico Madrid non è mai riuscita ad esprimere il proprio gioco, andando incontro a cocenti sconfitte in Champions League. Una sfida i cui precedenti sono molto recenti, ma che ha tutto il potenziale di diventare una classica di questa competizione.

Il primo scontro risale alla partita dei gironi dell'edizione 2014/15. In quell'occasione i Colchoneros imbrigliarono i bianconeri in una partita fisica con poco spazio per il gioco tecnico di Massimiliano Allegri. La partita finì uno a zero con Mario Mandžukić che decise la sfida. Quella vittoria fu fondamentale per gli uomini di Simeone per il raggiungimento del primato nel gruppo, mentre la Juventus agguantò il secondo posto all'ultima giornata. Nonostante le difficoltà nel girone i bianconeri giunsero fino alla finale di Berlino, poi persa tre a uno con il Barcellona. Il secondo precedente è solo di un anno fa negli ottavi di finale. L'andata al Wanda Metropolitano non fu poi così diversa dall'incontro di cinque anni prima. La Juventus rimase per novanta minuti completamente in balia dell'Atletico che mostrò molta più lucidità e cattiveria su ogni pallone. Il risultato sorrise ancora agli undici del "Cholo" che prevalsero per due a zero, grazie alle reti di Giménez e Godín. La Juventus riuscì a rimediare tre settimane dopo, a Torino, realizzando una grandissima rimonta con un Cristiano Ronaldo, in stato di grazia, che realizzò una tripletta sensazionale. Se si vuole trovare una vittoria, in una competizione europea, dei bianconeri contro l'Atletico, a Madrid, bisogna andare molto indietro nel tempo. Più precisamente al 1° gennaio 1964, quando nella sfida di ritorno degli ottavi di finale della Coppa delle Fiere, la Juventus vinse per due a uno in Spagna, grazie alle marcature di Carlo Dell'Omodarme e Giampaolo Menichelli.

La Juventus si trova davanti ad un esame importante per la propria stagione europea. Una prima sfida ostica di un girone non proprio banale, che, però, i bianconeri hanno il dovere di vincere prendendosi il primo posto, cominciando a sfatare questo taboo contro gli spagnoli. L'Atletico è orfano di Godín e Griezmann, ma ha in rosa il nuovo enfant prodige del calcio, João Félix, che si troverà come avversario il suo idolo Cristiano Ronaldo. Tante sfide nella sfida, una partita in cui si lotterà su ogni singolo pallone, insomma una vera e propria partita della tanto amata Champions League.


Altre notizie - Storia
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

JUVE: CHI NON OSA NON VINCE. ADESSO SI RISCHIA TANTO PER LA QUALIFICAZIONE IN CHAMPIONS

Juve: chi non osa non vince. Adesso si rischia tanto per la qualificazione in ChampionsQuest’anno ormai sta diventando un film già visto in ogni gara. Con qualsiasi squadra la Juventus giochi, il copione è sempre lo stesso. Inizio buono, con grande possesso palla, con fraseggi e passaggi corti, ma sempre...

BAYERN MONACO, MÜLLER POSITIVO AL CORONAVIRUS

Bayern Monaco, Müller positivo al CoronavirusSalterà la finale del Mondiale per Club

INTER: VIA CONTE, ARRIVA ALLEGRI

Inter: via Conte, arriva AllegriSembra finita qui la storia tra Antonio Conte e l' Inter. Da indiscrezioni infatti sembrerebbe ormai certo l'addio del tecnico , con una buonuscita di 7 milioni. Conte starebbe cosi un anno fermo per poi riapprodare in nazionale al...

VERSO UN CALCIO PIÙ GLOBALE,INFANTINO ANNUNCIA UNA RIVOLUZIONE.

Verso un calcio più globale,Infantino annuncia una rivoluzione. Se ne parla da anni, ma adesso sembrano esserci idee più concrete per quanto riguarda una rielaborazione delle coppe internazionali sia per club che per nazionali. Gianni Infantino,attuale presidente FIFA, in occasione...