eurochampions.it
Venerdì 22 Novembre 2019                     
Destini diversi, destini incrociati: la storia di PSG e Barça da quel giorno di marzo...

Destini diversi, destini incrociati: la storia di PSG e Barça da quel giorno di marzo...

© foto di J.M.Colomo
Due anni fa il Barcellona operò la più clamorosa delle rimonte ai danni del PSG. Ieri sera le storie delle due squadre si sono nuovamente incrociate, con esiti diametralmente diversi
 di Francesco Paissan   Vedi letture

L’8 marzo di due anni fa, nella sera di una festa delle donne segnata da numerosi scioperi in tutta Italia, il PSG scendeva sul prato del Camp Nou con la consapevolezza di aver raggiunto piena maturità e di essere una delle favoritissime a raggiungere senza particolari intoppi la finale di quella edizione di Champions League, a maggior ragione dopo la clamorosa prova di forza messa in mostra al Parco dei Principi contro il Barcellona. Tramortiti e sotterrati sotto quattro reti, i catalani erano stati sconfitti dai parigini che sembravano aver messo così una seria ipoteca sulla qualificazione. E’ bastata un’ora e mezza di gioco e le certezze dei francesi si sono sgretolate sotto i sei colpi sparati dai catalani. La dinastia dei blaugrana si impreziosì di quella che fu la più grande rimonta nella storia della Champions League mentre il progetto di legacy del Paris Saint Germain subì un ulteriore rallentamento e quella che era soltanto una sensazione di incompletezza incominciò a diventare qualcosa di più.

Il Barcellona non raggiunse la finale di Champions quell’anno né tantomeno vinse la Liga, cedendo il passo alla Juventus nel primo caso e al Real Madrid nel secondo (guarda caso le due finaliste della massima competizione europea per quella stagione). L’anno successivo il Barça rimediò vincendo il titolo nazionale, bissato nella giornata di ieri grazie all’1-0 al Levante che ha decretato in maniera definitiva l’egemonia catalana in Spagna anche per questa stagione. Il dominio in campo europeo manca invece dalla stagione 2014/2015, quando il tridente d’attacco era l’MSN (Messi-Suarez-Neymar), lo stesso della ‘Remuntada’ contro il Paris. Con la Liga in tasca e l’appuntamento per la finale di Copa del Rey già segnato sul calendario, l’attenzione del Barça si sposterà tutta sulla semifinale contro il Liverpool, penultimo baluardo da superare prima di tornare sul tetto d’Europa.

L’orologio del PSG sembra invece essersi fermato quell’8 marzo del 2017. I fantasmi del passato sembrano essere poi ritornati più forti che mai quest’anno, per quella che è stata una stagione dove i fallimenti hanno, ancora una volta, fatto più rumore dei successi. La Ligue 1 è riuscita per un altro anno a essere il campionato più scontato tra i maggiori europei e nonostante ciò i parigini hanno dovuto rimandare la festa più volte. In Champions gli spettri della ‘Remuntada’ devono aver fatto scalo al Parco dei Principi, dove il Manchester ha eliminato con un gol di Rashford al 94° i francesi, forti di un 2-0 all’Old Trafford e, ancora una volta, sorpresi nella gara di ritorno. E’ servito ancora meno tempo, paradossalmente, al Rennes, attesa vittima sacrificale in Coppa di Francia, per completare un’altra rimonta e servire un altro dispiacere al PSG, proprio nel giorno in cui il Barcellona è diventato nuovamente campione di Spagna. Dal 2-0 dopo venti minuti i campioni di Francia si sono prima fatti raggiungere dai bretoni per poi perdere ai calci di rigore. Il paradosso del Paris Saint Germain, ovvero di come una stagione vincente può in realtà rivelarsi fondamentale, continua a persistere. Se poi, a fine serata, ci si aggiunge anche il commento di Hatem Ben Arfa, uno dei ‘Revenants’ di questo Rennes e uno dei giocatori che, in quel famigerato 8 marzo di due anni fa era seduto sulla panchina del PSG, che avrebbe detto “Abbiamo fatto una remontada, ma il PSG dovrebbe esserci abituato…” ecco che oltre al danno va aggiunta anche la cosiddetta beffa.


Altre notizie - Approfondimenti
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

LA FAVOLA GRANADA

La favola GranadaIn testa alla Liga, dopo dieci giornate, c’è il neopromosso Granada. Certamente la più clamorosa sorpresa tra i più importanti campionati d’Europa. Sfruttando il rinvio del Clasico, è passata in testa...

IL LILLA IN CHAMPIONS NON RIESCE PIÙ A VINCERE

Il Lilla in Champions non riesce più a vincere20 novembre 2012. Bisogna andare ben 7 anni indietro per trovare l'ultimo successo del Lilla nella UEFA Champions League. Quella volta a cadere fu il BATE Borisov, in Bielorussia tra l'altro. Si va addirittura ad 11 anni fa per...

LE ITALIANE IN CHAMPIONS SECONDO CONDÒ: "JUVE TRA LE FAVORITE. INTER E NAPOLI DEVONO PASSARE. L'ATALANTA PUÒ SOGNARE"

Le italiane in Champions secondo Condò: "Juve tra le favorite. Inter e Napoli devono passare. L'Atalanta può sognare"Questa sera inizia la Champions. Subito in campo Inter e Napoli, domani invece toccherà alla Juve e all'Atalanta. Ma quale sarà il cammino delle nostre compagini in Europa. Lo abbiamo cheisto a Paolo Condò,...

STASERA BARCELLONA-INTER: DOLCI RICORDI DI QUELLA SEMIFINALE DEL 2010

Stasera Barcellona-Inter: dolci ricordi di quella semifinale del 2010Stasera al Camp Nou l'Inter affronterà il Barcellona. La mente dei tifosi nerazzurri va al ricordo di quell'anno magico che fu il 2010 e a quella semifinale memorabile proprio contro i blaugrana.