eurochampions.it
Giovedì 17 Ottobre 2019                     
Primo 'SuperClasico' per De Rossi ma il campo regala poche emozioni

Primo 'SuperClasico' per De Rossi ma il campo regala poche emozioni

 di Francesco Paissan   Vedi letture

Poca qualità e tanto nervosismo. C'è sempre da aspettarselo quando in campo si fronteggiano River Plate e Boca Juniors, specialmente dopo gli eventi dello scorso anno, quando i Millenarios conquistarono la Copa Libertadores battendo in finale gli odiatissimi xeneizes. Il risultato è un 'occhialuto' 0-0, per il quale ha da recriminare maggiormente il River, respinto dalla difesa insistita del Boca. A reggere, casomai, è l'imbattibilità riverense nel SuperClasico, dove non subisce sconfitte da novembre del 2017.

Il contesto della gara, giocata in un Monumental ovviamente stracolmo e molto rumoroso, è stato quello di una quinta giornata di Superliga. Il Boca, con questo pareggio, perde distanza dal San Lorenzo, vincente contro l'Union Santa Fé. Più arretrato il River che, invece, ha raccolto tre punti in meno dei rivali gialloblu. L'attesa ora è tutta per la rivincita della finale dello scorso anno per la Libertadores, dove Boca-River verrà riproposta, questa volta in semifinale. il 2 ottobre si giocherà l'andata al Monumental, nello stesso stadio in cui l'anno scorso fu rinviata una delle due gare di finale, mentre il ritorno è previsto per il 23 dello stesso mese.

Per De Rossi, tornando alla gara di ieri, c'è stato spazio per 70 minuti, sufficienti per fargli sentire l'aria da derby e per mettere in mostra quelle che sono ancora le sue doti migliori, decisamente adeguate a un contesto del genere. Meno spazio, invece, per Tevez, tenuto in panchina per 75 minuti e innervosito da tale scelta. Il primo atto si è dunque svolto, in attesa che i nodi vengano al pettine nella già attesissima semifinale di Libertadores di ottobre.


Altre notizie - Calcio sudamericano
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

L'ULTIMO BALLO DEL PRINCIPINO

L'ultimo ballo del PrincipinoClaudio Marchisio ha detto no al tramonto, scegliendo una nuova alba. L'ultimo valzer lo ballerà a casa, seduto. Non nei deserti e nelle oasi, dai Faraoni o dagli Emiri, dove il sole sorge o dove abbraccia chi su quel viale ha...

IL MANCHESTER UNITED E UNA CRISI SENZA FINE: L'ENNESIMO RIBALTONE IN PANCHINA RISOLLEVERÀ LE SORTI DEI RED DEVILS?

Il Manchester United e una crisi senza fine: l'ennesimo ribaltone in panchina risolleverà le sorti dei Red Devils?Manchester United sempre più giù. Sembra davvero passata un'eternità da quei tempi in cui i Red Devils erano capaci di dominare in Premier e in Europa. Una vera e propria maledizione...

LE ITALIANE IN CHAMPIONS SECONDO CONDÒ: "JUVE TRA LE FAVORITE. INTER E NAPOLI DEVONO PASSARE. L'ATALANTA PUÒ SOGNARE"

Le italiane in Champions secondo Condò: "Juve tra le favorite. Inter e Napoli devono passare. L'Atalanta può sognare"Questa sera inizia la Champions. Subito in campo Inter e Napoli, domani invece toccherà alla Juve e all'Atalanta. Ma quale sarà il cammino delle nostre compagini in Europa. Lo abbiamo cheisto a Paolo Condò,...

STASERA BARCELLONA-INTER: DOLCI RICORDI DI QUELLA SEMIFINALE DEL 2010

Stasera Barcellona-Inter: dolci ricordi di quella semifinale del 2010Stasera al Camp Nou l'Inter affronterà il Barcellona. La mente dei tifosi nerazzurri va al ricordo di quell'anno magico che fu il 2010 e a quella semifinale memorabile proprio contro i blaugrana.