eurochampions.it
Giovedì 02 luglio 2020                     
Martedì la UEFA annuncerà lo slittamento di Euro 2020. Ora il dubbio delle Federazioni è un altro: si riuscirà a completare la stagione entro il 30 giugno?

Martedì la UEFA annuncerà lo slittamento di Euro 2020. Ora il dubbio delle Federazioni è un altro: si riuscirà a completare la stagione entro il 30 giugno?

© foto di Daniele Buffa/Image Sport
 di Redazione Eurochampions   Vedi letture

Resta a casa anche il mondo del calcio. Tutti hanno chiuso i battenti seguendo più o meno la stessa trafila: prima ignoro il problema, poi lo sottovaluto, poi cerco di mandare avanti lo spettacolo finché è possibile e alla fine, quando non posso fare altro, dichiaro la sospensione. Se ci pensate bene, tutte le Federazioni si sono comportate allo stesso modo, così come la UEFA che fino alla fine s'è voltata dall'altra parte e solo venerdì ha dichiarato la sospensione delle sue competizioni. 
Non è stata una bella pagina per il presidente Ceferin, che ha convocato una videoconferenza per martedì con i rappresentanti delle 55 federazioni che la compongono, con i rappresentanti dell'ECA, delle leghe europee e della FIFPro per prendere una decisione univoca sulla prosecuzione dei campionati. In quella occasione, praticamente scontato l'annuncio dello slittamento di Euro 2020. Ora che tutti o quasi hanno sospeso il campionato, ora che tutti non sanno quando torneranno in campo, non è possibile pensare di dare il via al primo Europeo itinerante a partire dal prossimo 12 giugno.

Far slittare l'Europeo è necessario anche per dare la possibilità alle Federazioni di avere maggio e giugno a disposizione per completare i campionati. E alla stessa UEFA per completare Champions League ed Europa League. Su questo aspetto c'è però da chiarire un punto: il calcio viene dopo, con l'attuale stato dei fatti il pallone è e deve essere l'ultimo dei problemi. E ad oggi, purtroppo, non è scontato che si tornerà in campo perché non si vede la luce in fondo al tunnel.
Se quindi il ritorno in campo non è scontato, la ripresa dei giochi è impossibile da prevedere e la data fissata al 4-5 aprile è al momento puramente indicativa. E' il motivo per il quale, nell'ultimo Consiglio Federale, la FIGC s'è tenuta aperta tutte le porte. Magari si potesse tornare in campo tra tre settimane: vorrebbe dire che il nostro Paese ha superato l'emergenza, che il peggio è alle spalle. Ma ad oggi nessuno può dirlo: l'unica cosa che possiamo fare è rispettare le regole. Perché andrà tutto bene solo se TUTTI remiamo nella stessa direzione.


Altre notizie - Approfondimenti
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

FINO A QUANDO LA UEFA POTRÀ IGNORARE L'EMERGENZA CORONAVIRUS?

Fino a quando la UEFA potrà ignorare l'emergenza Coronavirus?Non facciamoci maestri, perché anche noi fino a dieci giorni fa abbiamo provato a fare la stessa cosa. Abbiamo provato a girarci dall'altro lato - a non guardare l'emergenza sanitaria che ci stava venendo incontro come un tir...

CHAMPIONS ED EUROPA LEAGUE RIPARTONO: DATE, SEDI E TUTTI I DETTAGLI DELLE DUE COMPETIZIONI

Champions ed Europa League ripartono: date, sedi e tutti i dettagli delle due competizioniIl Comitato Esecutivo della UEFA ha finalmente preso delle decisioni e comunicato le linee guida generali per ciò che concerne le competizioni europee. Il mondo del calcio, con la ripresa dei principali campionati (almeno la maggior...

IL PRESIDENTE DEL GETAFE: "IL GOVERNO HA DETTO CHE NON SI PUÒ VIAGGIARE, NON LO FAREMO"

Il presidente del Getafe: "Il Governo ha detto che non si può viaggiare, non lo faremo"“Non viaggeremo, non andremo a Milano. Prima di tutto la salute. Questa partita domani non la giocheremo”. Così il presidente del Getafe, Angel Torres in vista della partita di domani contro l’Inter. “Il...

ZINEDINE ZIDANE, DAI SUCCESSI IN CAMPO ALLA STORIA SULLA PANCHINA DEL REAL

Zinedine Zidane, dai successi in campo alla storia sulla panchina del RealÈ considerato, al pari di Michel Platini, uno dei migliori calciatori francesi di sempre. In patria e non solo. Nato a Marsiglia, gli esordi calcistici sono da ricondurre a Cannes, club con cui un giovane Zidane esordì nel...