eurochampions.it
Giovedì 28 gennaio 2021                     
Benfica-Rangers finisce in parità ma grande spettacolo all'Estádio da Luz 

Benfica-Rangers finisce in parità ma grande spettacolo all'Estádio da Luz 

Grandi emozioni all'Estádio da Luz nella partita del Gruppo 3 di Europa League 
 di Emanuele Morabito   Vedi letture
Fonte: SITO UFFICIALE BENFICA

Il Benfica parte bene, ma poi, sotto la pioggia, con meno di un giocatore, perde (1-3). Ha recuperato alla fine, con Rafa (goal), Waldschmidt (assist) e Darwin (assist e goal) che hanno autenticato il pareggio (3-3).

La prima parte di questa partita europea all'Estádio da Luz è stata quella dei contrasti, miele e fiele per il Benfica che, a parità di finale, avrebbe comunque battuto il record di partite consecutive (24!) Senza perdere in casa contro l'Europa League !

Di buon auspicio, l'inizio della partita è stato un momento di festa per gli uomini di Jorge Jesus, che al minuto 2 erano davanti al marcatore. Pizzi schiaccia in area scozzese, possesso palla passato alle aquile e Rafa, in zona di rigore, avanza, spacca e crossa fino al palo della porta, dove Goldson, centrale che sorveglia Seferovic, intercetta il pallone in direzione delle proprie reti. Con un autogol a loro favore, il Benfica va in vantaggio (1-0) .

Con una buona prestazione tattica, la squadra del Benfica, che aveva Weigl, Taarabt, Rafa ed Everton a centrocampo titolare (oltre a Pizzi, collegato all'attaccante Seferovic), stava spingendo forte e complicando la costruzione del gioco dei Rangers. Al minuto 10, un rapido attacco dei rossi , che avevano Nuno Tavares ed Everton nello sviluppo e Pizzi nella conclusione, sbaglia di poco trasformandosi in gol .

Pioveva copiosamente a questo punto della partita, ma a parte questo, tutto andava bene per il Benfica. Fino a quando, al 19 ', l'arbitro spagnolo Jesús Gil Manzano ha segnalato un fallo di Otamendi su Kent, all'ingresso dell'area delle aquile, e sanzionato il centrale con un cartellino rosso diretto . La squadra si è ridotta a dieci unità, e Jorge Jesus è stato pronto a reagire, riequilibrando il set con l'ingresso di Jardel (da accoppiare a Vertonghen al centro della difesa), sacrificando Pizzi, che è stato sostituito (21 ').

Lo scenario peggiora al 24 ' , quando Tavernier riesce a crossare dalla destra dell'attacco e poi, nel tentativo di tagliare, Diogo Gonçalves realizza un autogol ( 1-1 ). E la cosa si è complicata ancora di più nella mossa successiva (25 '), quando Kamara ha avuto spazio all'ingresso dell'area per tirare e centrare il bersaglio, avvicinando la palla al palo sinistro ( 1-2 ). Aribo, in un colpo di testa al 31 ', avrebbe potuto aggravare la situazione.

Il Benfica, che non ha potuto allungare le linee e portare il pallone con pericolo in area Rangers, è rientrato dall'intervallo con due novità nella squadra: usciti Diogo Gonçalves e Nuno Tavares, entrati Gilberto e Grimaldo . La squadra aveva più palla in questo avvio, ma a segnare sono stati i Rangers: Morelos, al 51 ', ha approfittato della palla incrociata da Tavernier sul lato destro dell'area sul secondo palo ( 1-3 ).

La partita era ancora lontana dalla fine. C'era spazio per Rafa con una palla al minuto 54 , e la maglia 27 degli Eagles correva verso l'area scozzese. C'era anche Seferovic, vicino al dischetto, ma il nazionale portoghese ha deciso di tirare, ma ha mancato il gol.

Jorge Jesus ha dato un nuovo tocco alla struttura della squadra, sostituendo Seferovic con Darwin al 60 ' . Tuttavia, una perdita di palla del Benfica nella zona di uscita ha fornito ai Rangers un'apertura per mettere Kent in area. La palla è stata restituita dal palo.

Già con Waldschmidt in campo (Everton si arrende al 67 '), il Benfica entra in una fase in cui riesce ad avere più tempo, ma fatica a mettere in campo gli attacchi e creare occasioni. Fino a quando, respinto da Waldschmidt, l'uruguaiano Darwin smuove le acque e invade insistentemente l'area dei Rangers sulla sinistra, solo per vedere Rafa , che tira per 2-3 al 77 '.

È stato il tocco, lo scatto, la fiamma che mancava ad accendere la speranza della speranza del Benfica . D'altra parte, i Rangers, nonostante la priorità al risultato e alla gestione del possesso palla, erano ancora a disagio in attacco e Odysseas ha dovuto dire "presente" all'87 ° minuto di fronte alla minaccia di Morelos.

La redenzione è arrivata a 90 '+ 1' . Nella stessa mossa, concatenando azioni, Waldschmidt e Darwin hanno mostrato al mondo molte delle loro qualità. Con un passaggio fantastico, il nazionale tedesco ha strappato la linea difensiva scozzese , cercando il passaggio di Darwin , che ha ricevuto il pallone, è andato avanti, ha affrontato il portiere McGregor e ha tirato in fondo alla rete. Il pareggio è stato fatto: 3-3! Un minuto dopo, l'arbitro ha fischiato per segnalare la fine della partita.

Entrambe con sette punti in testa al Gruppo D, le squadre si ritroveranno il 26 novembre, a Glasgow, nel 4 ° turno di Europa League.

Prima ancora, già domenica 8 novembre, sempre all'Estádio da Luz, il Benfica riceve il Braga al 7 ° turno della Liga NOS. Il calcio d'inizio di questa partita è previsto per le 20h00.

Grandi emozioni all'Estádio da Luz nella partita del Gruppo 3 di Europa League . Il Benfica parte bene, ma poi, sotto la pioggia, con meno di un giocatore, perde (1-3). Ha recuperato alla fine, con Rafa (goal), Waldschmidt (assist) e Darwin (assist e goal) che hanno autenticato il pareggio (3-3).

La prima parte di questa partita europea all'Estádio da Luz è stata quella dei contrasti, miele e fiele per il Benfica che, a parità di finale, avrebbe comunque battuto il record di partite consecutive (24!) Senza perdere in casa contro l'Europa League !

Di buon auspicio, l'inizio della partita è stato un momento di festa per gli uomini di Jorge Jesus, che al minuto 2 erano davanti al marcatore. Pizzi schiaccia in area scozzese, possesso palla passato alle aquile e Rafa, in zona di rigore, avanza, spacca e crossa fino al palo della porta, dove Goldson, centrale che sorveglia Seferovic, intercetta il pallone in direzione delle proprie reti. Con un autogol a loro favore, il Benfica va in vantaggio (1-0) .

Con una buona prestazione tattica, la squadra del Benfica, che aveva Weigl, Taarabt, Rafa ed Everton a centrocampo titolare (oltre a Pizzi, collegato all'attaccante Seferovic), stava spingendo forte e complicando la costruzione del gioco dei Rangers. Al minuto 10, un rapido attacco dei rossi , che avevano Nuno Tavares ed Everton nello sviluppo e Pizzi nella conclusione, sbaglia di poco trasformandosi in gol .

Pioveva copiosamente a questo punto della partita, ma a parte questo, tutto andava bene per il Benfica. Fino a quando, al 19 ', l'arbitro spagnolo Jesús Gil Manzano ha segnalato un fallo di Otamendi su Kent, all'ingresso dell'area delle aquile, e sanzionato il centrale con un cartellino rosso diretto . La squadra si è ridotta a dieci unità, e Jorge Jesus è stato pronto a reagire, riequilibrando il set con l'ingresso di Jardel (da accoppiare a Vertonghen al centro della difesa), sacrificando Pizzi, che è stato sostituito (21 ').

Lo scenario peggiora al 24 ' , quando Tavernier riesce a crossare dalla destra dell'attacco e poi, nel tentativo di tagliare, Diogo Gonçalves realizza un autogol ( 1-1 ). E la cosa si è complicata ancora di più nella mossa successiva (25 '), quando Kamara ha avuto spazio all'ingresso dell'area per tirare e centrare il bersaglio, avvicinando la palla al palo sinistro ( 1-2 ). Aribo, in un colpo di testa al 31 ', avrebbe potuto aggravare la situazione.

Il Benfica, che non ha potuto allungare le linee e portare il pallone con pericolo in area Rangers, è rientrato dall'intervallo con due novità nella squadra: usciti Diogo Gonçalves e Nuno Tavares, entrati Gilberto e Grimaldo . La squadra aveva più palla in questo avvio, ma a segnare sono stati i Rangers: Morelos, al 51 ', ha approfittato della palla incrociata da Tavernier sul lato destro dell'area sul secondo palo ( 1-3 ).

La partita era ancora lontana dalla fine. C'era spazio per Rafa con una palla al minuto 54 , e la maglia 27 degli Eagles correva verso l'area scozzese. C'era anche Seferovic, vicino al dischetto, ma il nazionale portoghese ha deciso di tirare, ma ha mancato il gol.

Jorge Jesus ha dato un nuovo tocco alla struttura della squadra, sostituendo Seferovic con Darwin al 60 ' . Tuttavia, una perdita di palla del Benfica nella zona di uscita ha fornito ai Rangers un'apertura per mettere Kent in area. La palla è stata restituita dal palo.

Già con Waldschmidt in campo (Everton si arrende al 67 '), il Benfica entra in una fase in cui riesce ad avere più tempo, ma fatica a mettere in campo gli attacchi e creare occasioni. Fino a quando, respinto da Waldschmidt, l'uruguaiano Darwin smuove le acque e invade insistentemente l'area dei Rangers sulla sinistra, solo per vedere Rafa , che tira per 2-3 al 77 '.

È stato il tocco, lo scatto, la fiamma che mancava ad accendere la speranza della speranza del Benfica . D'altra parte, i Rangers, nonostante la priorità al risultato e alla gestione del possesso palla, erano ancora a disagio in attacco e Odysseas ha dovuto dire "presente" all'87 ° minuto di fronte alla minaccia di Morelos.

La redenzione è arrivata a 90 '+ 1' . Nella stessa mossa, concatenando azioni, Waldschmidt e Darwin hanno mostrato al mondo molte delle loro qualità. Con un passaggio fantastico, il nazionale tedesco ha strappato la linea difensiva scozzese , cercando il passaggio di Darwin , che ha ricevuto il pallone, è andato avanti, ha affrontato il portiere McGregor e ha tirato in fondo alla rete. Il pareggio è stato fatto: 3-3! Un minuto dopo, l'arbitro ha fischiato per segnalare la fine della partita.

Entrambe con sette punti in testa al Gruppo D, le squadre si ritroveranno il 26 novembre, a Glasgow, nel 4 ° turno di Europa League.

Prima ancora, già domenica 8 novembre, sempre all'Estádio da Luz, il Benfica riceve il Braga al 7 ° turno della Liga NOS. Il calcio d'inizio di questa partita è previsto per le 20h00.


Altre notizie - Europa League
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

IL LUNCH MATCH CON TORTELLINI AMERICANI. PIRLO TROVA L’ASSETTO DEFINITIVO DEL CENTROCAMPO

Il lunch match con tortellini americani. Pirlo trova l’assetto definitivo del centrocampoDopo la vittoria in Supercoppa di mercoledì, ìl lunch match dell’ultima giornata del girone di andata parla americano. 5 tiri, di cui un goal di testa, con giocate a tutto campo, tanti inserimenti, recuperi e soprattutto...

TRAGEDIA IN FRANCIA, MUORE IN CAMPO CHRISTOPHER MABOULOU

Tragedia in Francia, muore in campo Christopher MaboulouIl giocatore è morto per un arresto cardiaco mentre era in campo

INTER: VIA CONTE, ARRIVA ALLEGRI

Inter: via Conte, arriva AllegriSembra finita qui la storia tra Antonio Conte e l' Inter. Da indiscrezioni infatti sembrerebbe ormai certo l'addio del tecnico , con una buonuscita di 7 milioni. Conte starebbe cosi un anno fermo per poi riapprodare in nazionale al...

VERSO UN CALCIO PIÙ GLOBALE,INFANTINO ANNUNCIA UNA RIVOLUZIONE.

Verso un calcio più globale,Infantino annuncia una rivoluzione. Se ne parla da anni, ma adesso sembrano esserci idee più concrete per quanto riguarda una rielaborazione delle coppe internazionali sia per club che per nazionali. Gianni Infantino,attuale presidente FIFA, in occasione...