eurochampions.it
Lunedì 08 marzo 2021                     
TMW Radio
La finale del 1973: il primo grande scontro in Champions League tra Ajax e Juventus

La finale del 1973: il primo grande scontro in Champions League tra Ajax e Juventus

Il primo grande scontro in Champions League tra Ajax e Juventus fu la finale del 30 maggio 1973, che vide prevalere i Lancieri di Johan Cruijff, maestri e padroni del calcio di quell'epoca.
 di Andrea Lizzano   Vedi letture

L'urna di Nyon ha decretato dei quarti di finale molto interessanti di questa edizione di Champions League. Vedremo affrontarsi nel derby inglese Tottenham e Manchester City, Barcelona e Manchester United, Liverpool e Porto e, infine, Ajax e Juventus. Quest'ultima è una sfida che ha scritto pagine incredibili di questa competizione, anche perché per due volte è stata la partita valevole per il trofeo. Il primo precedente tra le due formazioni fu proprio in una di queste due finali, quella del 1972/73.

 

il 30 maggio 1973, al Marakana di Belgrado, si gioca la finale di Coppa dei Campioni tra l'Ajax di Cruijff e la Juventus, alla sua prima finale in questa competizione. La partita parte subito in salita per i bianconeri. Al quinto minuto di gioco, su un traversone dalla sinistra di Horst Blankeburg, in area di rigore l'attaccante Johnny Rep sovrasta il difensore juventino Silvio Longobucco e con un colpo di testa supera Dino Zoff, portando in vantaggio i Lancieri. La Juventus, sfavorita alla vigilia, non riesce a ribaltare il match nonostante i tanti, quanto inefficaci, tentativi in contropiede. L'Ajax, dal canto suo, fisicamente e mentalmente sta meglio e si limita a gestire il vantaggio, con Cruijff che dirige il gioco come un direttore d'orchestra. Nella ripresa la partita si fa più aspra, spezzettata dai continui falli ma il canovaccio non cambia. All'ultimo minuto Pietro Anastasi tenta di approfittare dell'errore dell'estremo difensore avversario Heinz Stuy, ma Blankeburg salva il risultato alla disperata. È l'ultima occasione della sfida. Al triplice fischio dell'arbitro parte la festa dei Lancieri che conquistano così la terza Coppa dei Campioni consecutiva della loro storia. In quella stagione l'Ajax fu capace di annichilire nei turni precedenti formazioni del calibro di Bayern Monaco e Real Madrid, dimostrando di essere la squadra più forte del continente. La Juventus, invece, arrivò all'atto finale sfinita e sfiancata da tutti gli impegni della stagione, visto che arrivò in finale di Coppa Italia e vinse il campionato solo all'ultima giornata. I bianconeri pagarono anche la minor esperienza, in campo europeo, nei confronti dei rivali olandesi, che erano giunti alla loro quarta finale nel giro di cinque anni.

 

Tra meno di un mese sarà ancora Ajax contro Juventus, la corazzata di Massimiliano Allegri, che potrà fare affidamento ad un inarrestabile Cristiano Ronaldo, contro i tremendi ragazzi di Erik ten Hag. Lo spettacolo e le emozioni non mancheranno, una doppia sfida ricca di fascino e campioni. Potete starne certi.


Altre notizie - Storia
Altre notizie

SONDAGGIO

LA JUVE è LA FAVORITA PER LA CHAMPIONS?
  Si
  No

IL LUMICINO DELLA SPERANZA. COME SEMPRE BISOGNERÀ PERÒ LOTTARE CONTRO TUTTO E TUTTI.

Il lumicino della speranza. Come sempre bisognerà però lottare contro tutto e tutti.Una vittoria contro la Lazio che per come è arrivata vale doppio. Fondamentale è stata la reazione della squadra, dopo i primi venti minuti di assenza totale di tutti gli undici bianconeri in campo. Dopo lo svantaggio, gli...

BAYERN MONACO, MÜLLER POSITIVO AL CORONAVIRUS

Bayern Monaco, Müller positivo al CoronavirusSalterà la finale del Mondiale per Club

INTER: VIA CONTE, ARRIVA ALLEGRI

Inter: via Conte, arriva AllegriSembra finita qui la storia tra Antonio Conte e l' Inter. Da indiscrezioni infatti sembrerebbe ormai certo l'addio del tecnico , con una buonuscita di 7 milioni. Conte starebbe cosi un anno fermo per poi riapprodare in nazionale al...

VERSO UN CALCIO PIÙ GLOBALE,INFANTINO ANNUNCIA UNA RIVOLUZIONE.

Verso un calcio più globale,Infantino annuncia una rivoluzione. Se ne parla da anni, ma adesso sembrano esserci idee più concrete per quanto riguarda una rielaborazione delle coppe internazionali sia per club che per nazionali. Gianni Infantino,attuale presidente FIFA, in occasione...